Tatuaggi belli maschili: quali sono e dove vengono realizzati?

45
CONDIVIDI

Quali sono i tatuaggi belli maschili più richiesti? Prima di rispondere a questa domanda è ben tenere a mente che il corpo dell’uomo, a differenza di quello femminile, è da sempre considerato una tela bianca su cui dare libero sfogo alla fantasia. Infatti, nelle culture più antiche, come quella Maori, l’arte di tatuarsi era riservata quasi esclusivamente agli individui di sesso maschile.

Di fatto, le donne potevano scegliere solo tra pochi simboli e potevano decidere di tatuarsi sono in determinate parti del corpo. Non a caso, anche nella realtà attuale è difficile trovare donne che decidono di ricoprire tutto il corpo di tatuaggi, mentre accade di frequente nel caso degli uomini. Ma quali sono i disegni più rappresentati? Scopriamolo insieme.

Preferenze maschili: come devono essere i tattoo per gli uomini?

Le preferenze maschili in fatto di tatuaggi, come si è avuto modo di intuire, differiscono nettamente da quelle femminili. Di fatto, gli uomini prediligono per lo più soggetti grandi e vistosi, da realizzare in parti del corpo spaziose, come la schiena ed il petto. Le donne, al contrario, puntano a soggetti di piccole dimensioni e li propongono in zone meno evidenti, in modo da renderli, all’occorrenza, quasi invisibili.

Ma come mai questa discrepanza? Ornare la pelle di simboli è per gli uomini un modo per dimostrare coraggio e forza. Il desiderio, infatti, è quello di mostrarsi virili e di apparire un po’ come dei guerrieri moderni. Le donne, invece, sono interessate a trasmettere un messaggio specifico, comprensibile solo a pochi eletti.

Tatuaggi belli da uomo: quali sono i più amati?

Quali sono i soggetti prediletti dagli uomini? Sicuramente, molto amati sono i tatuaggi maori e quelli tribali. Tuttavia, c’è anche chi scegliere di esplorare le civiltà precolombiane, puntando a simboli particolari, come l’aquila. Si tratta di un simbolo molto amato dagli aztechi e dagli inca, in grado di trasmettere forza e l’idea di potenza.

Per quanto riguarda, invece, gli uomini che desiderano trarre ispirazione dalla religione o dalla fede, l’immagine del sole è un must. Tuttavia, l’universo maschile è attirato anche dagli animali, perché consentono di trasmettere il concetto di virilità. In questo caso non ci sono regole precise. Di fatto, ognuno ripropone la creatura che meglio lo rappresenta.

Sicuramente, molto inflazionato, come si può immaginare, è il leone. Infine, molto gettonati sono anche i tattoo giapponesi, tra i quali spiccano samurai, geishe e carpe, nonché quelli old school, uno stile nato negli USA ai primi del Novecento e che prevede tatuaggi di tipo marinaresco, ma non solo. Infatti, sono frequenti ancore e marinai, ma anche carte da gioco e pin up.

Le zone preferite: dove si fanno tatuare gli uomini?

Le donne preferiscono farsi tatuare in corrispondenza della nuca, dei polsi, dei piedi e delle caviglie. E gli uomini? I tatuaggi belli maschili richiedono molto spazio, anche perché tendono ad essere piuttosto complessi. In generale, la parte preferita è sicuramente il braccio, in quanto è bene visibile. Tuttavia, assai gettonati sono anche l’avambraccio, le spalle, il petto, il collo e la schiena.

Potrebbero interessarti anche:

Tatuaggi coppia: quali sono i più amati del momento?

Tatuaggi dita: tutti i pro ed i contro dei tattoo più alla moda

Loading...