Rinoplastica: che cos’è e cosa comporta

28
CONDIVIDI

Negli ultimi anni sono sempre di più le persone che ricorrono alla rinoplastica per rendere armonico il viso. Del resto, il naso è uno degli elementi più importanti del volto. Tuttavia, prima di sottoporsi a questo intervento è bene informarsi in maniera adeguata, in modo da non avere rimpianti e prendere una decisione il più possibile ragionata. Ecco, quindi, qualche informazione fondamentale.

Cosa prevede la rinoplastica

Purtroppo non esiste un trucco in grado di camuffare un naso importante o particolare. Lo sanno bene tutti coloro che hanno ceduto alla rinoplastica, un intervento che consente di rimodellare la struttura ossea e cartilaginea del naso, al fine di conferirgli proporzioni più armoniche. Tuttavia, non bisogna dimenticare che tale operazione non comporta solo dei cambiamenti estetici, ma anche funzionali. Infatti, è indicata anche per risolvere eventuali problemi causati da traumi del volto, nonché da importanti deviazioni del setto di origine non traumatica.

Sicuramente, la rinoplastica negli ultimi anni è diventata meno invasiva ed anche il recupero post-chirurgico è estremamente rapido. Detto ciò però è bene specificare che è importante non prendere tale intervento sottogamba, poiché può comportare delle complicazioni anche piuttosto gravi. Per questa ragione è fondamentale affidarsi a dei professionisti, aventi alle spalle un’elevata esperienza.

Come prepararsi alla rinoplastica

La rinoplastica è un intervento, come si è avuto modo di capire, che porta a cambiare i connotati del viso. Per tale ragione è importante pensarci con attenzione prima di decidere di propendere per questa soluzione. Oltre ad affidarsi ad un chirurgo esperto, è fondamentale anche poter visionare delle foto del prima e del dopo, che vengono fornite attraverso l’impiego di programmi validi di fotoritocco.

Durante la prima visita si consiglia di portare al medico un esempio del naso che si vorrebbe ottenere, così da fargli capire qual è il risultato a cui si mira. Tuttavia, è bene tenere a mente che non tutti i desideri possono diventare realtà. Infatti, lo specialista deve valutare se le modifiche da attuare sono possibili, ma soprattutto se il naso scelto può adattarsi alla fisionomia del paziente.

Prima, durante e dopo l’intervento

Prima delle rinoplastica devono essere effettuati degli accertamenti, come esami del sangue, un’attenta valutazione cardiologica ed anche una TAC del massiccio facciale. Vengono scattate anche delle fotografie utili per programmare l’intervento nei minimi dettagli. L’intervento di rinoplastica dura all’incirca due ore, anche se molto dipende dal tipo di problematiche che si devono risolvere. Ovviamente, il tutto avviene in anestesia generale. É previsto un decorso operatorio che negli anni si è ridotto notevolmente.

Tuttavia, i pazienti che decidono di sottoporsi a questo tipo di intervento devono fare i conti con naso e palpebre doloranti per qualche giorno. Per un po’ di tempo è necessario non effettuare attività sportiva, non utilizzare eccessivamente gli occhiali e non affaticarsi troppo.

I vantaggi di questo intervento è che viene attuato un cambiamento permanente, che può giovare all’autostima. Non bisogna dimenticare però che alcune persone, in particolare star, se ne sono pentite a distanza di tempo. Un esempio? Jennifer Grey – Baby in Dirty Dancing – che dopo l’operazione non ha più lavorato nel mondo del cinema.

Potrebbe interessarti anche:
Seno rifatto: cosa è bene sapere prima di affidarsi alla chirurgia estetica

Loading...