Liposuzione: l’intervento per ridurre l’adiposità localizzata

238
liposuzione
CONDIVIDI

La liposuzione è l’intervento di chirurgia plastica per ridurre il grasso localizzato. In tanti credono di sapere tutto su questo argomento, ma meglio fare maggiore chiarezza sull’argomento. Infatti, bisogna specificare chi sono i soggetti che si possono sottoporre a questo tipo di intervento, quali sono le diverse tecniche operatorie, che tipo di anestesia si usa e, ancora più importante, quali sono i risultati e i segni che lascia l’intervento.

Per approfondire e conoscere tutto sulla liposuzione, che è tra gli interventi richiesti oggi al chirurgo plastico, meglio continuare a leggere di seguito.

Come funziona la liposuzione

La liposuzione è una tecnica di chirurgia estetica per permette di ridurre i tessuti adiposi, cioè il grasso. Come fa intuire il suo nome, si tratta letteralmente di aspirare via il grasso in eccesso dalla zona. Infatti, “lipo” significa grasso e “suzione” vuol dire aspirare. Il chirurgo plastico utilizza una sottile cannula aspirante che vien introdotta nella parte tramite una piccolissima incisione. Questa particolare tecnica è così richiesta e utilizzata perché si può fare su ogni zona del corpo: viso, collo, braccia, addome, schiena, fianchi, cosce, glutei, ginocchia, caviglie.

Anestesia e durata

Quando si parla di interventi chirurgici è fondamentale capire qual è la loro durata e che tipo di anestesia si usa. Di solito, si preferisce utilizzare una anestesia locale da cui è più facile riprendersi. La durata dell’intervento, invece, varia molto per diversi fattori, anzitutto, dipende dall’estensione della zona da trattare ma anche dal quantitativo di grasso da utilizzare e dalla tecnica prescelta. I mini interventi possano durare anche meno di mezzora mentre gli interventi di liposuzione su zone più estese massimo due ore.

Chi si sottopone alla liposuzione

Si sottopongono all’intervento di liposuzione le persone che hanno un problema di grasso localizzato. Infatti, non si tratta di una soluzione per dimagrire e perdere i chili di troppo dovuti a sovrappeso o addirittura obesità. La tecnica è destinata a quagli accumuli di grasso ostinati. Chi si vuole sottoporre all’intervento, prima deve seguire un regime alimentare dietetico e praticare sport per ridurre il grasso. Solo i depositi più densi, si trattano così.

Le diverse tecniche per la liposuzione

Quando si parla di liposuzione, ci sono in realtà diverse tecniche operatorie. Ogni volta si inserisce la cannula aspirante ma può cambiare il modo in cui si aspira il grasso. Per scingerle il grasso e asportarne il più possibile, il chirurgo può muovere velocemente la cannula aspirante. In questo caso si parla di tecnica secca. In altri casi, il medico utilizza una cannula laser. È proprio grazie alla luce laser che il grasso si scioglie. Esiste anche la tanica vibrante che sfrutta le vibrazioni e pure quella tumescente che prevede di iniettare un liquido che scioglie le cellule di grasso.

Quali sono i risultati

L’intervento di liposuzione lascia una piccolissima cicatrice, pressoché impercettibile, che viene ulteriormente nascosta perché posizionata tra le pieghe della pelle. I risultati sono visibili fin da subito, ma conviene sempre indossare una guaina contenitiva per circa 3 mesi affinché la pelle aderisca bene ai nuovi contorni.


Loading...