Grani di miglio: che cosa sono e come eliminarli

150
CONDIVIDI

I punti bianchi, di cui si sente spesso parlare, non sono altro che delle cisti superficiali di dimensioni ridotte, che contengono cheratina. La loro consistenza è semisolida e si manifestano prevalentemente in corrispondenza del viso. Vengono detti impropriamente anche grani di miglio, poiché ricordano proprio i semi di questa importante graminacea.

Tuttavia, è bene specificare, in modo da evitare equivoci, che il termine punti bianchi viene utilizzato anche per indicare i comedoni chiusi (che non sono ancora evoluti in punti neri). Ma perché hanno origine i grani di miglio? Di solito, appaiono in modo improvviso ed a gruppi.

É raro, infatti, che ne compaia uno unico o isolato. A soffrirne maggiormente sono le donne, anche se gli uomini non ne sono immuni. Per quanto riguarda l’età, invece, non ci sono delle regole precise. Di fatto, queste particolari manifestazioni cutanee possono apparire negli anziani, negli adulti, nei giovani e persino nei bambini.

Perché si formano i punti bianchi?

Le cause che portano alla formazione dei grani di miglio non sono ancora chiare. Secondo alcuni studiosi sono da imputare ad un’inadeguata pulizia del viso o alla costante applicazione di cosmetici aggressivi che tendono ad alterare la pelle ed a chiuderne i pori. Tuttavia, anche l’eliminazione eccessiva del film protettivo della cute potrebbe determinare la comparsa degli antiestetici punti bianchi.

Un’altra ipotesi avanzata dai ricercatori fa riferimento ad una frequente esposizione ai raggi del sole o alle lampade abbronzanti, che si trovano nei centri estetici. C’è anche chi afferma che i grani di miglio siano dovuti ad un mancato sviluppo delle ghiandole sebacee.

Nel caso dei soggetti adulti, i punti bianchi potrebbero essere dipendere dal manifestarsi di patologie di tipo dermatologico, come lichen ruber planus, o dall’attuazione della radioterapia. I grani di miglio, invece, che compaiono sulla pelle dei neonati, sono quasi sempre reversibili  e potrebbero essere legati ad una temporanea cheratizzazione, dovuta a particolari stimoli ormonali ancora sconosciuti.

Come eliminare i grani di miglio in maniera efficace?

Nel caso dei neonati è bene non intervenire in alcun modo, poiché la comparsa dei grani di miglio è solo momentanea. Per quanto riguarda, invece, gli adulti e gli adolescenti, questo particolare disturbo non regredisce in maniera spontanea. Dunque, come fare? Si può procedere con la rimozione chirurgica, attuabile tramite l’impiego del laser. In alternativa è possibile incidere le micro cisti con un bisturi o con un ago sterile.

Ovviamente, questa operazioni possono essere attuate solo da uno specialista, in modo da evitare infezioni o manifestazioni pericolose. Tuttavia, è importante anche compiere dei gesti preventivi, che ne impediscano la formazione, come attuare esfoliazioni regolari della pelle del viso (almeno 2 volte alla settimana).

Inoltre, è fondamentale utilizzare cosmetici non aggressivi e di qualità. Infine, devono essere usati con parsimonia i detergenti, in modo da non sgrassare troppo la cute. Si tratta di accorgimenti semplici da attuare, ma che possono fare veramente la differenza, soprattutto nel lungo periodo. Dunque, è bene non essere pigri ed agire per il meglio.

Potrebbero interessarti anche:

Le regole per avere un sorriso smagliante e sano

Dieta Mima digiuno: per perdere peso e vivere più a lungo

Loading...