Correttore: come coprire tutte le imperfezioni del viso

36
correttore
CONDIVIDI

Il correttore non deve mai mancare nel nostro make up poiché consente di correggere tutte le piccole imperfezioni della pelle. Purtroppo, ancora moltissime non sono capaci di utilizzarlo nel modo più corretto perché bisogna scegliere il colore in base al difetto che vogliamo coprire. Vediamo quindi di capire meglio come si usa il correttore per realizzare una base trucco impeccabile.

Quando usare il correttore

L’uso del correttore rappresenta la tecnica più efficace per eliminare le imperfezioni e tutte le discromie del volto dovute a stanchezza e anche azioni negative del clima, dell’inquinamento, etc. Chi ha problemi di acne o vede spuntare un brufolo, può togliere il rossore grazie all’uso del correttore che torna utile anche per uniformare il rossore attorno agli occhi e il colore blu – giallo delle occhiaie. La tecnica di color correction va utilizzata principalmente in questi due casi e può risultare invece inutile per tutte quelle persone che hanno la fortuna di avere un incarnato perfetto e flawless.

Il correttore va applicato per primo, subito dopo la crema idratante. Possiamo utilizzare una spugnetta o un pennello per sfumarlo bene prima di passare al resto della base. Solo dopo aver coperto le discromie, passiamo alla stesura del fondotinta. Se dopo l’applicazione del fondotinta ci sono ancora delle imperfezioni, non possiamo riutilizzare il correttore colorato ma piuttosto conviene applicare dell’altro fondotinta altrimenti sino delle macchie di colore sul volto. Per far durare la correzione tutto il giorno, siamo al fine della cipria in polvere o minerale. Decreta la base, possiamo poi truccare anche gli occhi, le sopracciglia, le labbra e siamo pronte a uscire pe affrontare la giornata o la serata che ci aspetta!

I colori del correttore

Quando utilizziamo il correttore, dobbiamo fare molta attenzione al colore scelto. Infatti, la tecnica prevede di utilizzare un colore che si trova al lato opposto dello specchio cromatico per azzerare l’imperfezione. È quindi sbagliato utilizzare solo il giallo, ma bisogna sfruttare più colori per un risultato ottimale. Questo significa che il giallo non vada utilizzato che serve per nascondere le occhiaie dal colore blu che appaiono sotto agli occhi soprattutto quando abbiamo dormito poco e siamo stanche. Se le nostre occhiaie sono però molto più marcate e hanno un colore più intenso che tende al viola, allora ci serve un correttore dai toni più aranciati.

Il colore migliore per nascondere i rossori del viso e anche tutti i brufoli non è il giallo ma piuttosto il verde. Utilizzando il colore contrastante, annulliamo la tonalità per un incarnato dal colorito perfetto. Il col correttore pista serve invece per nascondere i segni della fatica. Spesso si vede utilizzare anche il colore viola per nascondere tutti i sottotoni gialli del volto. Infine, facciamo ricorso all’azzurro se troviamo delle discromie che invece del rosso si caratterizzano per la tonalità arancione.

Loading...