Ashtanga yoga: alla scoperta di questa meravigliosa disciplina

30
CONDIVIDI

Hai mai sentito parlare dell’ashtanga yoga? Si tratta di una pratica spirituale in grado di regalare armonia a corpo e mente. La guru di questa interessate disciplina è Kino MacGregor, autrice di diversi libri e dvd, nonché blogger. Ѐ di origini americano-giapponesi e da sempre è considerata una delle star dello yoga in generale.

Secondo la sua filosofia non è necessario avere qualcuno accanto per sentirsi a casa, poiché il senso di rifugio viene direttamente da Dio. Per questa figura di spicco del panorama sportivo mondiale lo yoga è un’attività soprattutto spirituale ed ha poco a che fare con il desiderio di avere una forma fisica perfetta. Approfondiamo l’argomento.

In che cosa si differenzia l’Ashtanga yoga?

Al giorno d’oggi la maggior parte delle persone conosce gli effetti benefici dello yoga sull’organismo. Tuttavia, non tutti sanno che esistono diverse tipologie di questa disciplina. Una di queste è proprio l’Ashtanga yoga, che è particolarmente dinamico ed impegnativo. Infatti, prevede una combinazione di esercizi di respirazione, asana e posture da eseguire in serie o in sequenza.

A far conoscere al mondo questo particolare tipo di yoga è stato Pattabhi jois, celebre allievo di Krishnamacharya, di cui ha preso il posto quando questo ha deciso di ritirarsi. La parola Ashtanga significa “8”, che fa riferimento agli 8 rami dello yoga (Yama, Niyama, Asana, Pranayama, Pratyahara, Dharana, Dhyana e Samadhi).

Quali sono i benefici garantiti dall’Ashtanga yoga?

Come ricordato in precedenza, l’Ashtanga yoga è un percorso, non solo mentale, ma anche fisico, che consente di migliorare la propria esistenza da diversi punti di vista. Ma quali sono gli effettivi benefici pratici di questa particolare disciplina che sta prendendo sempre più piede? Scopriamoli insieme.

Prima di tutto permette di ristabilire il respiro naturale, nonché gli equilibri del corpo. Inoltre, migliora la circolazione del sangue, il sistema digestivo, il sistema nervoso ed il sistema respiratorio. Non bisogna dimenticare che consente di alleggerire il corpo e di rafforzare le articolazioni e la colonna vertebrale.

In più tonifica i muscoli ed anche i tendini. A ciò si aggiunge anche la possibilità di aumentare la propria concentrazione, così da essere più efficienti al lavoro ed anche nello studio. Infine, permette di contrastare lo stress, l’ansia e la depressione, ma anche eventuali dolori alla schiena ed al collo.

Altri aspetti importanti da considerare

L’Ashtanga yoga si basa su 6 serie di posizioni. La prima è la più semplice, mentre man mano che si sale di livello e si raggiungono le altre, la fatica tende ad aumentare. Un aspetto che non deve essere mai tralasciato è la respirazione, che deve essere sempre sincronizzata con il movimento del corpo. Questa permette di collegare le varie posizioni tra di loro, in modo da raggiungere una maggiore consapevolezza.

Non bisogna dimenticare l’importanza dell’uso di Dristi e Bandha. Il primo termine fa riferimento al fatto di dover concentrare lo sguardo in un determinato punto, in modo da incanalare l’energia vitale. La parola Bandha, invece, fa riferimento alle contrazioni fisiche volontarie che interessano specifici gruppi di muscoli.

Loading...