I trucchi di magia che affascinano grandi e bambini finalmente svelati

161

Quante volte davanti ad uno spettacolo di magia siete rimasti sbalorditi e avete desiderato conoscere i trucchi dell’artefice per poterli replicare? Fan di David Copperfield e di Dynamo, mettetevi comodi e continuate a leggere, perché vi sveleremo tutte le astuzie che stanno dietro i più famosi numeri di magia.

I trucchi di magia più belli di tutti i tempi

Ecco svelati i trucchi di magia che hanno fatto sognare grandi e piccini.

Donna segata a metà

Questo numero prevede una donna sdraiata in una scatola posizionata su un tavolo. Dalle estremità del contenitore è possibile veder fuoriuscire, da una parte la testa e dall’altra i piedi. Il mago, munito di sega, si avvicina e separa la modella in due parti. Impossibile direte? In realtà si tratta di una vera e propria illusione, in quando in due scatole separate vengono posizionate due donne di corporatura simile e con lo stesso abito, una delle quali mostra la testa, l’altra i piedi e parte delle gambe. Ovviamente, per riuscire a stare in un ambiente così ristretto devono essere delle contorsioniste.

Il fazzoletto che sparisce tra le mani

Tra i trucchi di magia più comuni vi è anche quello di far sparire misteriosamente tra le mani un fazzoletto, il più delle volte di colore rosso. Di fatto, si tratta di una delle prime magie che i prestigiatori in erba devono imparare a fare, se vogliono intraprendere questa particolare professione. In realtà, basta un pollice finto nascosto nel palmo della mano. Tuttavia, per poterlo attuare al meglio serve un po’ di pratica.

La levitazione

Alla maggior parte delle persone sarà certamente capitato di vedere gli artisti di strada levitare. L’illusione dell’uomo che fluttua nell’aria è davvero spettacolare, e lascia sempre tutti a bocca aperta. Tale trucco può essere allestito con una o due persone. Nella versione one-man, il mistico sembra rimanere sospeso sopra un tappeto o un piccolo giardino, assumendo una posizione seduta, mentre tiene la cima di un’asta con la mano.

Prima che tale trucco di magia fosse svelato, gli yodi indiani affermavano di essere riusciti ad imparare i segreti della levitazione. In realtà, hanno sempre ingannato gli spettatori, avvalendosi di alcuni principi fondamentali della fisica. Infatti, tale illusione prevede il posizionamento strategico di barre e piastre d’acciaio.

Di fatto, la struttura che permette di fluttuare nell’aria è composta da tre parti: sedile, albero e piastra. Il tappeto o il giardinetto sottostante, poi, servono per coprire il piatto. L’artista di strada, inoltre, affinché la magia avvenga, deve indossare vesti voluminose, così da riuscire a nascondere l’albero.

Il cucchiaio che si attorciglia

Spesso, i maghi dicono di poter attorcigliare un cucchiaio con la forza del pensiero. Anche in questo caso, la realizzazione del trucco è piuttosto semplice. Tutto ciò che occorre è un cucchiaio opportunamente piegato ed un semplice manico. Non resta che imparare a rendere il tutto un’illusione e ad essere rapidi nei movimenti.

Il mentalismo matematico

Perché non provate a stupire i vostri amici facendogli credere di saper leggere nel pensiero? Chiedete a 3 di loro di scegliere un numero inferiore a 10 e di scriverlo su un foglio di carta. Alla prima persona chiedete di moltiplicare il numero per 2, poi di aggiungere 3 ed in fine di moltiplicare il tutto per 5. La cifra finale deve essere comunicata alla seconda persona, che deve aggiungere il proprio numero al risultato e moltiplicare il tutto per 10. La terza persona, invece, deve solo aggiungere la sua cifra finale. Quindi, non dovrete fare altro che sottrarre 150 dal risultato finale. Il numero ottenuto darà i singoli numeri scelti all’inizio dai partecipanti. Il numero in centinaia sarà quello del primo e così via. Facile vero?

Estrarre il coniglio dal cilindro

Tirare fuori un coniglio dal cilindro è certamente uno dei numeri di magia più affascinanti ed anche uno dei più antichi. Ma come è possibile? Alcuni prestigiatori utilizzano grandi cappelli con il doppio fondo, altri, invece, ripongono l’animale in un sacco di stoffa posizionato sul bordo del tavolo. Ovviamente, perché l’illusione funzioni, è necessaria anche una tovaglia. Infatti, mentre il mago mostra al pubblico che nel cappello non c’è nulla, il coniglio si trova nel sacco di stoffa posto sotto la tovaglia. Per rendere il tutto efficace ci vuole molta pratica, poiché la parte difficile arriva quando si alza il cappello per far scivolare dentro il coniglio.