Come fare la lista degli oggetti da portare in viaggio

38

Quando si deve partire per le vacanze, uno dei problemi con cui la maggior parte delle persone deve fare i conti, sono gli oggetti da portare in viaggio. Del resto, in molti casi, il bagaglio che si può portare è davvero limitato. Basta pensare alle compagnie di volo low cost, che impongono un peso specifico, superato il quale è necessario pagare multe piuttosto salate.

Dunque, che cosa si può fare per evitare spiacevoli situazioni? Sicuramente può essere utile provvedere ad acquistare una bilancia, così da verificare, in caso di necessità, di rimanere dentro i limiti stabiliti, ma soprattutto fare una lista, al fine di non scordare nulla e di eliminare il superfluo. Ovviamente, molto dipende dal tipo di viaggio che si intende effettuare, in quanto potrebbero essere necessari accessori diversi e, in alcuni casi specifici, che è bene non dimenticare.

Come si realizza una checklist di viaggio?

La cosa migliore, quando si realizza una lista di viaggio, è dividerla per argomenti (documenti, vestiti, prodotti per il bagno, ecc.), così da avere la certezza di non dimenticare nulla. Va bene scrivere di getto e senza attuare scremature, in quanto è fondamentale cercare di non dimenticare nulla. Di fatto, è meglio realizzare la checklist in più giorni, in quanto può essere che i vari oggetti vengano in mente man mano e non tutti in una volta.

Una volta completata è necessario cominciare ad eliminare tutto quello che si reputa superfluo o non strettamente necessario. Sicuramente, i ripensamenti saranno numerosi, soprattutto per le donne, che hanno sempre più cose da portare rispetto agli uomini, ma è assolutamente normale. L’importante, quando ci si trova di fronte ad un dubbio, è chiedersi se una cosa sia effettivamente funzionale o necessaria ai fini della vacanza oppure no.

Terminata la selezione, è bene provvedere a scegliere la valigia e cominciare a riporvi i vari oggetti, avendo cura di spuntare di volta in volata la lista, che sarà utile anche per preparare il bagaglio di ritorno, ovvero per verificare di non lasciare nulla in albergo.

Attenzione agli abiti ed ai documenti

Particolare attenzione deve essere riservata agli abiti. Infatti, con uno spazio a disposizione limitato le scelte che devono essere attuate devono essere precise. Dunque, è necessario selezionare capi che stiano bene tra di loro. Può essere utile anche provare precedentemente gli abbinamenti, in modo da non trovarsi in difficoltà una volta in vacanza.

Importante da ricordare è che i tessuti naturali tendono a stropicciarsi facilmente e impiegano molto tempo ad asciugarsi. Da evitare sono anche gli indumenti in stile militare, in quanto in alcuni paesi potrebbero non essere apprezzati o addirittura fraintesi. In realtà, al contrario di quello che si potrebbe pensare, non è necessario portarsi dietro tanti indumenti, in quanto per fare 25 look bastano appena 5 capi (un abito nero, un paio di pantaloni neri, una camicia bianca, una gonna nera ed una canotta nera), più una cintura ed un foulard.

Anche i documenti richiedono particolari accorgimenti, in quanto una volta partiti, non è possibile tornare indietro per recuperare eventuali carte mancanti. Dunque, è bene informarsi in merito a ciò che serve nel paese in cui si è diretti e fare una lista dettagliata, alla quale poi è bene attenersi.