I migliori motivi per smettere di fumare

240

centinaia di migliaia di fumatori attivi che abbiamo solo in Italia.

Il paradosso è che molte di queste persone cominciano in età adolescenziale, un po’ per la smania di sembrare più grandi, un po’ per emulare i loro idoli come cantanti o attori e molto spesso proprio per il piacere di fare qualcosa di trasgressivo.

La verità, come si può facilmente immaginare, è che non esiste praticamente alcun vantaggio nel fumare sigarette.

Anzi sono più validi i motivi per smettere di fumare e i vantaggi ad essi collegati quello che fanno la differenza. Nei prossimi paragrafi vedremo da dove nasce il vizio di fumare, i paradossi della società in cui viviamo e chiaramente i motivi e i vantaggi di smettere di fumare.

Cominciamo con il dire una cosa: siamo letteralmente bombardati di messaggi impliciti da parte dei social media.

Influencer, film e stili di vita che fanno pensare alla bella vita, al lusso, al divertimento spesso portano dei messaggi impliciti su cosa fanno queste persone di successo, banalmente tra i vizi c’è quello del fumo.

Soprattutto i soggetti giovani, “ubriacati” da questi messaggi vanno poi a emulare i loro idoli.

Gli svantaggi del fumo

Inutile dire che gli svantaggi del fumo, specialmente sul lungo periodo sono di grande impatto negativo sul nostro corpo:

  • difficoltà respiratorie;
  • aumento di possibilità di avere dei tumori;
  • disturbi cardiovascolari,
  • abbassamento della pressione sanguigna.

Se ne potrebbero elencare altri, ma questi sono sicuramente quelli più incisivi.

Sicuramente se il fattore emulazione è una delle maggiori cause della diffusione del vizio di fumare lo è a maggior ragione se a farlo sono i genitori.

Vale il detto:”i grandi dovrebbero dar sempre il buon esempio”, in certi casi non vale molto. Proprio dai genitori i figli assorbono e recepiscono la maggior parte delle informazioni e delle abitudini fin da piccoli.

Un soggetto che vive con fumatori in casa, potrebbe identificare il vizio della sigaretta come un qualcosa di:”non troppo pericoloso” dato che anche i genitori lo fanno.

Prevenzione, informazione e buon esempio sono alla base di una società sana.

Ma quali sono i motivi per cui si dovrebbe smettere di fumare? Vediamone alcuni:

  • Sei uno sportivo? Il fumo danneggia enormemente la tua resistenza fisica soprattutto in sport come il calcio. Nella maggior parte dei casi un fumatore attivo ha molta meno resistenza di un soggetto non fumatore;
  • riduci il rischio di malattie al sangue, al cervello e ai polmoni;
  • fumare costa. È stimato che il fumatore medio spende più di 500€ all’anno a sigarette. Con quei soldi puoi arricchirti di cultura, viaggi e formazione per te stesso;
  • il fumo danneggia la tua pelle, aumenta l’invecchiamento e scolorisce i tuoi denti.

Cosa succede quando si smette di fumare?

  • Si respira meglio e si puzza di meno;
  • il corpo comincia a debellare le tossine causate dalla nicotina;
  • si abbassa drasticamente la possibilità di avere un tumore.

Chiaramente ci sono diversi tipi di sigarette, alcune delle quali sono diventate molto in trend, è il caso della sigaretta elettronica con ricarica, disponibile spesso con diverse varianti di gusto e design.

Il fumo è sicuramente un vizio pericoloso ma con le numerose informazioni contenute in questo articolo ora si è molto più consapevoli sul fenomeno.