Criosauna: che cos’è e come funziona?

48
CONDIVIDI

La criosauna, di cui si sente parlare spesso negli ultimi anni, è un trattamento nato in Giappone alla fine degli anni Settanta. Con il passare del tempo, essendo considerato miracoloso, è giunto anche negli Stati Uniti ed in Polonia, dove è rimborsato addirittura dal Servizio Sanitario Nazionale. Tuttavia oggigiorno viene attuato anche in Italia, in alcuni centri specializzati. Ma come funziona? E quali sono i benefici che apporta all’organismo? Scopriamolo insieme.

Cosa prevede la criosauna?

Il trattamento si svolge all’interno di cilindri di acciaio aperti nella parte superiore. Il paziente, per trarne beneficio, vi entra completamente nudo, lasciando fuori solo la testa. Premendo un tasto si viene avvolti completamente da una nube fredda di azoto, che porta il corpo ad una temperatura di 150-190° sotto zero. Ogni seduta dura pochi secondi, in modo da non arrecare danni a chi se ne avvale. Infatti, se si superano i 150 secondi, inizia un vero e proprio disagio termico, estremamente pericoloso per il corpo.

Quali benefici garantisce?

La criosauna, come è stato dimostrato scientificamente, apporta numerosi benefici al corpo. Di fatto, combatte le malattie della pelle, come psoriasi e dermatiti, le patologie articolari croniche, le artriti e l’artrosi, eventuali traumi tendinei e muscolari, la lombalgia, la cervicalgia e la sciatalgia.

Dal punto di vista estetico, invece, è bene sottolineare che questa particolare tecnica favorisce il ringiovanimento cellulare, stimola il metabolismo, rinforza unghie e capelli. Inoltre, agisce positivamente sugli accumuli adiposi localizzati, incrementa la produzione di collagene, riduce lo stress e migliora il sonno e l’umore.

Per chi è indicata la criosauna?

Questa particolare tecnica è molto utilizzata dagli sportivi per curare traumi e fratture, nonché per prevenire eventuali infiammazioni. Non a caso si sono sottoposti alla criosauna numerosi atleti famosi, come il campione dell’NBA LeBron James, il calciatore Cristiano Ronaldo, la maratoneta Paula Radcliffe ed il pugile Floyd Mayweather.

Per quanto riguarda Ronaldo è bene specificare che possiede addirittura una cabina in casa per la criosauna. Tuttavia, questa particolare moda ha contagiato anche alcuni importanti attori, come Demi Moore, Will Smith e Sandra Bullock.

Che effetto ha il freddo sul corpo?

La criosauna deriva dalla crioterapia, il cui nome vuol dire “cura con il freddo”. Ma che potere hanno le basse temperature? Quando il corpo viene esposto al freddo, i recettori della temperatura che sono localizzati nella pelle allertano nell’immediato l’ipotalamo, la parte dell’encefalo riservata alle funzioni vegetative, tra le quali anche la regolazione della temperatura corporea.

Avvertendo questa anomalia, il cervello attiva una serie di risposte benefiche che servono per contrastare il freddo. Nello specifico, il sangue viene pompato in corrispondenza delle zone centrali del corpo in modo da proteggere gli organi vitali. Allo stesso tempo vengono rilasciate anche preziose sostanze, come la serotonina e l’ormone ACTH, che è un inibitore dell’infiammazione e del dolore.

Successivamente, il sangue pieno di ossigeno si spande verso i tessuti periferici. In questo modo i vasi sanguigni si dilatano ed il flusso sanguigno porta via le tossine. Non bisogna dimenticare che la microcircolazione favorisce la rigenerazione delle cellule e stimola la produzione di collagene e di elastina.

Loading...