Come rendere la propria casa sicura (specie se hai dei bambini)

87
CONDIVIDI

La sicurezza in casa è molto importante, soprattutto se assieme a noi vivono anche dei bambini.

Di conseguenza, conviene prendere alcuni accorgimenti per evitare possibili rischi. Questo è vero a maggior ragione se si considera che persino alcuni spazi domestici, apparentemente innocui, potrebbero rappresentare una potenziale minaccia.

Per approfondire questo argomento, invitiamo a continuare a leggere l’articolo, a cominciare dal prossimo paragrafo.

Sicurezza dentro casa: a cosa fare attenzione

In ogni stanza e ogni ambiente della casa possono celarsi dei pericoli.

Per esempio, in cucina si possono nascondere alcune delle insidie maggiori per i bambini piccoli. Per evitarle occorre ricordarsi, tra le altre cose, che:

  • I fornelli devono avere barriere di protezione, oppure proteggi fiamma. Altrimenti, occorre sistemare le pentole contenenti i liquidi da bollire sempre sui fornelli posteriori. I manici e i coperchi non dovrebbero sporgere mai (per evitare che i più piccoli ci si possano appendere). I piani cottura dovrebbero essere dotati di un sistema per la chiusura automatica dell’erogazione del gas.
  • Il forno deve avere un blocco di sicurezza per la chiusura, in modo tale che non diventi un gradino per il bimbo che gli permetta di raggiungere le eventuali fiamme dei fornelli.
  • Sulle tavole, quando non è ora dei pasti, si deve evitare di mettere le tovaglie: i bambini piccoli potrebbero aggrapparvisi, con il rischio di far cadere alcuni oggetti.
  • I detersivi e le altre sostanze pericolose vanno riposti sempre nei piani più alti, e inaccessibili per i più piccini.

Per quanto riguarda il bagno, conviene prendere i seguenti accorgimenti:

  • Evitare di lasciare chiavi nelle serrature: i bimbi piccoli potrebbero accidentalmente chiudersi dentro.
  • I tappetini non vanno messi, se in casa ci sono bambini alle prese con i primi passi, dato che potrebbero inciampare.
  • La doccia non dovrebbe avere tende oppure, se presenti, dovrebbero essere avvolte ogni qualvolta si finisce di lavarsi. Perché altrimenti, se in casa c’è un bimbo piccolo, potrebbe appendersi e provocare possibili conseguenze spiacevoli.
  • Asciugacapelli, piastre per capelli, forbicine, rasoi, e tutti gli oggetti che potrebbe costituire un pericolo, nel caso in cui si abbiano bimbi piccoli in casa, devono essere posti in spazi molto in alto. In alternativa, possono essere custoditi al chiuso utilizzando blocca cassetti o blocca ante.
  • Sempre allo scopo di proteggere i più piccoli, conviene tenere chiuso il WC con una serratura di sicurezza.

In soggiorno, ecco come fare per proteggere i più piccoli:

  • Evitare di tenere piante ornamentali potenzialmente tossiche o urticanti, come: oleandro, ciclamino, gelsomino, stella di Natale, clivia, diaffenbachia, erica, giacinto, ecc.
  • Evitare di mettere i vasi grandi sotto alle finestre.
  • Prestare attenzione alle prese elettriche: devono essere a norma, e avere un dispositivo di sicurezza salvavita. Inoltre, conviene valutare l’acquisto di prese con fori chiusi, che si aprono solo quando si deve inserire una spina.
  • Applicare proteggi angoli e paraspigoli a mobili e tavolini.
  • Usare pellicole antisfondamento autoadesive sui tavolinetti in vetro.
  • Ancorare il televisore al muro. E fare in modo che eventuali dispositivi tecnologici collegati a tale oggetto (ossia decoder, lettori DVD, e simili) siano sempre al di fuori della portata dei più piccini.

Nella cameretta dei più piccoli:

  • Le finestre devono essere bloccate con chiusure di sicurezza
  • Non bisogna mai esporre oggetti sotto alla finestra che potrebbero essere usati come gradini.
  • Il lettino deve avere un materasso antisoffocamento.
  • Le mensole non vanno ancore nelle vicinanze del lettino del bambino. Sempre per quanto riguarda le mensole, occorre prestare attenzione anche al modo in cui vengono disposti gli oggetti sopra di esse.

Eventuali scale interne in casa, è meglio che abbiano dei cancelletti, sia in cima che alla base. Ed è importante munirle di un corrimano per tutti e due i lati. Inoltre, le sbarre di tali scale devono risultare non eccessivamente distanti tra loro.

Gli esterni: massima attenzione ai balconi

Anche i balconi o i terrazzi, che sono la parte esterna di molte abitazioni, rappresentano degli spazi a cui conviene prestare attenzione.

Le ringhiere per balconi o i parapetti in genere, che hanno la funzione di evitare che persone, cose o animali domestici cadano nel vuoto, devono essere costruiti con dei materiali adeguati a garantire tale funzione.

Inoltre, devono avere un’altezza a norma di legge, ossia di almeno 100 centimetri. In più, in base a quanto afferma la legge, devono essere inattraversabili da una sfera con un diametro pari a 10 centimetri.

Sempre per quanto riguarda i balconi o i terrazzi, per il bene dei bambini più piccoli bisogna assolutamente evitare di mettere nelle vicinanze dei parapetti dei vasi grandi per le piante, o altri oggetti su cui i piccini potrebbero salire.


Loading...