Cabina armadio: i consigli per progettarla al meglio

86
CONDIVIDI

La cabina armadio è il sogno di ogni donna, in quanto permette di tenere tutti gli abiti e gli accessori in ordine, nonché di ottimizzare lo spazio a disposizione nella zona notte. Tuttavia, prima di procedere, è bene avere in mente un progetto ben preciso, poiché altrimenti si rischia di commettere degli errori imperdonabili. Non solo: si può soffocare l’ambiente a disposizione, rendendolo meno accogliente. Ecco, quindi, tutti i consigli fondamentali per non sbagliare.

Progetto cabina armadio: meglio soluzioni su misura

Qualunque tipo di cabina armadio si abbia intenzione di progettare è fondamentale scegliere con attenzione le finiture e gli accessori, che devono essere in accordo con lo stile della camera. In caso di spazio ridotto, alle ante a battente è possibile preferire quelle scorrevoli. I più ordinati possono anche pensare di eliminare qualunque tipo di chiusura.

Si tratta sicuramente di una soluzione che permette di evitare nette separazioni e di mantenere una maggiore ariosità nella stanza. Per riuscire ad ottenere degli ottimi risultati si consiglia di non scegliere soluzioni standard, bensì di optare per creazioni su misura da far realizzare a professionisti del settore.

Curare l’illuminazione: ecco gli aspetti da considerare

Per riuscire ad ottenere una cabina armadio perfetta è fondamentale prestare attenzione, non solo alla composizione degli elementi verticali ed orizzontali, che sono destinati a custodire abiti ed accessori, ma anche alla scelta di un sistema di illuminazione adeguato.

Del resto la sola luce centrale non è in grado di garantire una visibilità ottimale, specialmente  all’interno di cassetti e ripiani. Anche in questo caso è fondamentale che alla base ci sia un progetto ben specifico e che nulla sia lasciato al caso. Di fatto è possibile optare per faretti, lampade da terra o applique, ma possono andare bene anche piccoli lampadari. Tutto dipende dallo stile che si vuole adottare.

Prevedere un margine di flessibilità: gli aspetti da considerare

In fase di progetto è bene pensare alla composizione della cabina armadio, tenendo conto delle proprie necessità. Tuttavia è importante anche prevedere una certa flessibilità. Del resto, è possibile che nel corso del tempo si verifichino dei cambiamenti per quanto riguarda le necessità. Dunque deve essere possibile spostare cassetti, relle, bastoni appendiabiti e quant’altro.

Sicuramente è importante dotare la cabina armadio di accessori e complementi adatti a contenere ed appendere i capi. Tuttavia è bene anche introdurre elementi in grado di aumentare la funzionalità della cabina armadio, come specchi, tappeti, contenitori e così via. Di fatto deve diventare un ambiente della casa  in cui si ha voglia di trascorrere del tempo.

Far diventare la cabina armadio anche uno spogliatoio

Se lo spazio lo consente, è possibile concepire la cabina armadio anche come uno spogliatoio. Anche in questo caso è bene aggiungere elementi utili a tale scopo, come una poltrona, un divanetto e uno specchio. Inoltre non possono mancare appendini su cui posizionare gli abiti che si tolgono o si cambiano.

Tuttavia è fondamentale tenere tutto in ordine e pulito, in quanto questa parte della casa non deve essere concepita come una sorta di ripostiglio o di rimessa, ma deve essere intesa come uno spazio vivibile, in cui si ha voglia di trascorrere del tempo di qualità, magari con della musica di sottofondo.

Loading...