Come scegliere l’anello di fidanzamento: guida pratica

81
CONDIVIDI

Sfoggiare l’anello di fidanzamento è il sogno di tutte le donne, poiché è il simbolo di una promessa, che dovrebbe essere eterna. Per questa ragione scegliere quello giusto non è semplice. Tuttavia non bisogna perdere le speranze, poiché per rendere tutto più semplice basta seguire alcuni semplici regole. Scopriamo insieme quali sono.

L’importanza di scegliere un gioiello di valore

Dato che l’anello di fidanzamento vuole suggellare una promessa che dovrebbe durare per tutta la vita, è fondamentale che sia di valore e che sia ricercato. Il diamante è la pietra per eccellenza delle proposte di matrimonio, ma è bene evitare quelli che vengono dalle zone di guerra o che vengono venduti in maniera clandestina, al fine di autorizzare attività belliche.

Ma perché proprio il diamante? L’etimologia della parola, che deriva dal termine greco adamas (αδαμας), che vuol dire “indomabile, invincibile”. Si tratta della gemma più dura e resistente del mondo, il che permette di rappresentare al meglio qualcosa che deve durare nel tempo.

Dunque, il diamante, ma non solo nella forma di solitario. Molto bello è il modello caratterizzato da 3 pietre: il numero perfetto. Ed effettivamente l’unione tra due persone che vogliono stare insieme per tutta la vita dovrebbe essere proprio perfetta.

Altre pietre significative: oltre al diamante c’è di più!

Si dice che ogni donna guardi il proprio anello di fidanzamento almeno un milione di volte nel corso della vita. Per questa ragione è importante che rispecchi la personalità di chi lo indossa. Attualmente molto quotato, oltre al diamante, è lo zaffiro. Forse ciò è dovuto al fatto che ad indossare questa pietra è Kate Middleton. In realtà si tratta dello stesso anello che un tempo era di Diana e che il figlio William le ha voluto donare per onorare la madre.

Tuttavia, è bene sottolineare che le mode passano. Di fatto ogni storia è a sé e non può essere paragonata. Pertanto è bene tenere conto dei gusti personali della propria futura fidanzata. Sicuramente regalare una pietra colorata è un modo meraviglioso per far risaltare chi si ama, poiché è qualcosa di inconsueto e di unico, proprio come l’amore.

Budget limitato? Ecco come è meglio procedere

In caso di budget limitato è meglio orientarsi su dimensioni più contenute, ma non lesinare sulla qualità della pietra. Di fatto si consiglia di scegliere un marchio che sia in grado di garantire uno standard qualitativo piuttosto alto. Tuttavia, un anello di fidanzamento per essere riconosciuto come tale dovrebbe montare una pietra di almeno 0,30 carati.

In questo caso, la spesa minima prevista è di 1.500-1.600 euro. Non si tratta certamente di una cifra contenuta visto che corrisponde circa ad uno stipendio medio, ma non è impossibile da raggiungere. In alternativa è possibile regalare un anello di famiglia, che può assumere anche il significato di accoglienza nel nucleo familiare. In caso di rottura, però, è bene tenere a mente che il bon ton in questo caso vuole che venga restituito. In caso di anello nuovo, invece, questo obbligo non esiste.

Loading...