Back to Fifties: le acconciature anni ’50 che spopolano oggi

216
CONDIVIDI

Negli ultimi anni stanno tornando di moda le acconciature anni ’50, soprattutto tra le dive dello spettacolo, che, in realtà, oltre ai capelli, tendono a riproporre lo stile fifties, anche negli abiti e nel trucco. Le muse ispiratrici sono l’intramontabile Marilyn Monroe, l’inarrivabile Grace Kelly, la sfuggente Brigitte Bardot e la raffinata Audrey Hepburn. Tuttavia, va detto che le tecniche che venivano utilizzate in passato per acconciare i capelli non vengono più praticate attualmente, anche perché prevedevano processi piuttosto complessi, ormai superati.

Per tale ragione, ma anche per il semplice fatto che ci si trova in un’epoca diversa, è necessario rielaborare il tutto in chiave un po’ moderna, anche perché il rischio è quello di sembrare uscire da una festa a tema, il che potrebbe non essere positivo nella vita di tutti i giorni. Dunque, come fare per ripescare con criterio l’allure vintage e l’eleganza degli anni Cinquanta, ma senza dover andare a letto con i bigodini o asciugare i capelli con il casco?

Gli strumenti indispensabili per riproporre le acconciature fifties più belle

Sicuramente, indispensabile, per realizzare acconciature in pieno stile anni ’50, è l’arricciacapelli. Tuttavia, è bene tenere a mente che ogni tipologia produce un riccio diverso, per tanto, nel caso in cui si voglia ottenere l’onda retrò, è bene scegliere quelli che hanno un diametro superiore ai 30 mm.

Per chi vuole, invece, un look da pin up, è necessario il ferro “a tre” o “deep water”, anche questi a diametro molto ampio. In questo caso, l’effetto che si può ottenere è quello delle onde piatte, che può essere riproposto anche pinzando il blocco fatto con il ferro tondo con mollettina+pezzetto di carta. Tale effetto si utilizza soprattutto in corrispondenza del ciuffo davanti.

Vuoi sapere qual è il trucco? Girare sempre dallo stesso lato l’onda. In questo senso il ferro a tre fa tutto da solo, ed è utile soprattutto per coloro che non hanno molta manualità. Siete delle temerarie? Allora, perché non provate qualche look un po’ più particolare, come i celebri “victory rolls“. Di fatto, serve solo un po’ di pratica, tanta pazienza, molta lacca e forcine.

Qualche dritta per completare il look

Per completare il look, è necessario adottare anche qualche accorgimento in termini di makeup. Sicuramente, il rossetto deve essere rosso vivace o scarlatto. Un vero trend, però, è il rosso leggermente aranciato, che richiama quello della bellissima Audrey in Fanny Face. L’altro elemento fondamentale è l’eye-liner, del quale era maestra Marilyn Monroe.

A completare il tutto, poi, sono le ciglia da cerbiatta, che possono essere ottenute con le immancabili ciglia finte o con uno dei tanti mascara volumizzanti presenti in circolazione. Importanti, infine, sono anche le sopracciglia, le quali, però, non rappresentano un problema, in quanto negli anni ’50 erano folte, proprio come vanno di moda attualmente.

Quindi, abbandonate le pinzette e dotatevi di matite apposite per dare un po’ di definizione. Il look, infatti, per risultare convincente deve essere ben curato. E per quanto riguarda gli abiti? Sicuramente, i mercati ed i negozi dell’usato, sono la soluzione migliore. Ma non sono da sottovalutare neanche le soffitte ed i bauli delle nonne.

Loading...