Le luci del giardino: guida per un’illuminazione elegante e di impatto

62
CONDIVIDI

Il giardino è una ‘stanza’ della casa molto speciale, deputata all’evasione e al relax. Qui gli aspetti relativi alla progettazione degli spazi e dell’illuminazione sono essenziali: devono ispirare ordine e pulizia nelle linee. Affinché il proprio spazio verde sia sempre bello e rispettoso dell’ambiente, la cosa migliore da fare sarà improntare l’impianto luci al risparmio e all’efficientamento energetico. Grazie alle luci LED (acronimo di Light emitting diode) è infatti possibile ottenere delle riduzioni importanti in bolletta, assieme a una lunghissima durata (si parla di 50mila ore) e una bassa necessità di manutenzione. Questa tecnologia consente un alto livello di personalizzazione, dato che offre la possibilità di scegliere il tipo di luce – calda, fredda, naturale – e certe funzionalità accessorie come la regolazione con dimmer. Alcuni modelli di luce LED da esterno possono essere comandati con telecomando, inoltre è possibile collegare lo smartphone con gli impianti più innovativi e gestire tutto tramite app. L’impatto dell’illuminazione da giardino non è solo estetico ma strizza anche l’occhio alla funzionalità dei vari spazi e alla sicurezza domestica.

Idee e consigli per personalizzare la zona verde

La zona verde della casa è deputata per sua essenza ai momenti di tranquillità così come a quelli di socialità, da passare con gli amici o in famiglia. L’illuminazione gioca un ruolo essenziale nella creazione di determinate atmosfere, sempre diverse. In generale, è bene scegliere luci soffuse e mai abbaglianti. Gli accessori che è possibile inserire nel contesto delle luci da giardino sono molti come spiega King Led, per esempio le applique da muro – squadrate e moderne oppure tondeggianti e classiche – che sapranno guarnire a meraviglia la parete dell’abitazione affacciata sull’oasi verde, sottolineandone l’ingresso. Potranno valorizzare l’area relax da sfruttare nei momenti conviviali o in solitudine, sempre tenendo presente la luminosità corretta. Nello spazio giardino bisogna poi tenere conto del fatto che vi sono due tipologie di illuminazione: funzionale e scenografica.

L’illuminazione funzionale

L’illuminazione funzionale si rende necessaria per creare un ambiente sicuro e vivibile, specie quando fa sera e la luce naturale svanisce. Sarà importante in questo senso inserire luci segnapasso da muro o da incasso, così come si riveleranno estremamente utili dei faretti LED da pavimento impermeabili per illuminare e definire viottoli o bordi di piscine e aree gazebo. Ogni passo deve essere guidato installando anche lampade, paletti da giardino e faretti con picchetto, così da spostarsi in sicurezza da un lato all’altro dell’ambiente. La tecnologia LED è quella che viene indicata come la migliore per la realizzazione di un’illuminazione il più possibile funzionale: le installazioni luminose di questo tipo valorizzano gli spazi con un basso consumo energetico.

L’illuminazione scenografica

Per quanto riguarda invece l’illuminazione di tipo scenografico, questa mira soprattutto a mettere in evidenza certi elementi ben precisi dello spazio verde – come fontane e giochi d’acqua oppure alberi e dettagli artistici – sfruttando giochi di luce per disegnare atmosfere speciali. Il riferimento è non soltanto alle luci interne delle piscine ma anche alla messa in evidenza di dettagli quali vasi e piante, con un’illuminazione dal basso. Il risultato, da progettare ad hoc, potrà essere sia fiabesco che eccentrico e indimenticabile.


Loading...