Intimo sexy: come scegliere la lingerie giusta per sedurre

51
CONDIVIDI

Tutte le donne sono alla ricerca di intimo sexy, magari per una serata romantica o solo per apparire sempre impeccabili. La biancheria intima, soprattutto per l’universo femminile, è una potente arma di seduzione, che è importante imparare a sfruttare al meglio. Tuttavia per ottenere l’effetto desiderato è fondamentale che la lingerie rispecchi la personalità ed il fisico di chi la indossa. Sicuramente, per trovare la soluzione migliore, è necessario imparare a conoscere e ad accettare i propri difetti. Solo così, infatti, è possibile imparare ad essere sicure ed a non avere timori in merito alla propria fisicità. Ecco, quindi, consiglio per scegliere l’intimo in maniera consapevole.

Qualche consiglio per sceglie l’intimo sexy più adeguato

Slip, perizoma e culotte

Per quanto riguarda la parte inferiore è meglio propendere per le culotte o per il perizoma? In questo caso non c’è una regola precisa. Di fatto dipende dai gusti personali. Sicuramente il perizoma, che lascia scoperto il lato B, è estremamente sexy, ma anche la culotte, con il loro effetto vedo-non vedo, possono risultare estremamente vincenti.

In questo caso la cosa migliore è provarle entrambe e vedere quella con cui ci si trova meglio. Le donne che hanno i fianchi pronunciati possono scegliere, invece, mutande che non stringono, in modo da non mettere in evidenza eventuali antiestetici rotolini. A volte può essere sufficiente comprare una taglia più grande o semplicemente optare per modelli dotati di laccetti laterali regolabili. Ultimamente vanno molto di moda anche gli slip a vita alta, di derivazione vintage.

Sottoveste

In questo caso è bene fare una netta distinzione tra baby-doll e capo di abbigliamento. In quest’ultimo caso è bene propendere per un modello svasato e che avvolga bene il seno. Bisogna, invece, stare alla larga dalle sottoveste effetto tunica, mentre sono interessanti da valutare quelle aperte che si chiudono sotto il seno con un laccetto.

Reggicalze

Si tratta del capo sexy per eccellenza, usato dalle nonne, ma da qualche anno abbandonato per lasciare spazio alla comodità. Del resto molte donne credono che questo capo di lingerie sia indicato solo per coloro che hanno un corpo filiforme. In realtà sta bene a tutte, basta scegliere il modello giusto. Di fatto il reggicalze va portato in vita, sopra all’ombelico, e bisogna utilizzare le calze specifiche da reggicalze.

Guepiere e corsetti

Questi due capi sono consigliati soprattutto a coloro che hanno la vita sottile. Tuttavia anche coloro che tendono ad avere i fianchi dritti, portando questi indumenti possono assumere forme più sensuali, poiché stringono nei punti giusti.

Reggiseno e copri capezzoli

Il reggiseno, al contrario di quello che si potrebbe pensare, è un capo sexy estremamente difficile da scegliere, soprattutto per via delle coppe. Molto sensuali sono i modelli a triangolo, specialmente in pizzo, poiché conferiscono al seno una forma naturale. Ma irresistibile anche il modello a banlconcino, perfetto anche per chi ha un seno davvero abbondante.

Chi ha, invece, un décolleté non troppo generoso può provare anche i copri capezzoli, che sono una valida idea per sedurre. Ne esistono di ogni forma e dimensione e vengono estremamente utilizzati anche dalle celebrities.

Loading...