Illuminazione diretta e indiretta con Led: come scegliere

159
CONDIVIDI

La qualità della vita è un concetto ampio e complesso, fatto di dettagli che possiamo spesso plasmare a piacimento, specie quando riguardano la casa. E’ qui che infatti passiamo gran parte del nostro tempo, che sia mattina o sera non ha importanza: ogni fase della giornata richiede i suoi accorgimenti tecnici e di stile per assicurarsi un relax assoluto. Le mura domestiche rappresentano un luogo di tranquillità: una volta chiusa la porta alle proprie spalle il mondo, fatto di rumori e caos, resta fuori. In particolare l’illuminazione e i giochi di luce potranno aiutare a creare distinte atmosfere e suscitare emozioni positive, soprattutto attraverso le lampade Led (acronimo di Light emitting diode). Il motivo è presto detto e riguarda le metodologie di illuminazione – diretta o indiretta – impiegate per valorizzare il contesto.

Quando l’architettura dialoga con l’arredamento

L’aspetto funzionale e quello architettonico coincidono con un arredamento di stile ricercato: un’occasione perfetta per personalizzare l’ambiente ricorrendo all’illuminazione indiretta. Quest’ultima è caratterizzata dal fatto che i punti luce non sono bene in vista ma vengono nascosti o incastonati, per cui potranno diffondere la loro luce nella stanza sfruttando di riflesso pareti, pavimenti e soffitti. Con la possibilità di direzionare il flusso a piacimento. E’ chiaro che ogni cosa dovrà dialogare con l’altra, così come sarà stato stabilito in fase di progettazione con un team di esperti come Arena Luci. Si potrà scegliere di ricorrere a luci fredde o calde, ma anche colorate e soprattutto se ne potrà regolare l’intensità. Un modo per guidare lo sguardo nella stanza ed evitare l’abbagliamento anche se sarà meno agevole lo svolgimento di attività quali la lettura, che richiedono una luce diretta per il benessere degli occhi. Spesso la scelta di integrare i sistemi di illuminazione diretta e indiretta potrà quindi essere la migliore.

Le sfide dell’illuminotecnica e i vantaggi del Led

L’illuminazione diretta, rispetto a quella indiretta, è meno costosa e si caratterizza per la presenza di una fonte di luce che punta verso un determinato oggetto o definisce i contorni di un’area della casa. Si potrà creare un netto contrasto tra zone d’ombra e di luce, per cui è chiaro che sarà una soluzione perfetta nel caso in cui si debbano svolgere particolari compiti lavorativi o che necessitano di un livello di attenzione ‘extra’, ad esempio la lettura di un libro. Sarà utile impiegare l’illuminazione diretta in stanze della casa come la cucina e il bagno: nel primo caso si potrà scegliere di ricorrere a strisce Led per definire il piano di cottura ma anche di posizionare faretti e luci sottopensili. In bagno si potranno invece applicare delle luci direzionabili. Ci sono molte altre situazioni, al di fuori delle mura di casa, nelle quali la luce diretta potrà risultare utile a guidare lo sguardo, ad esempio nei musei e nelle gallerie d’arte ma anche nelle vetrine dei negozi che le scelgono per evidenziare offerte e prodotti. I vantaggi di scegliere luci Led sono molteplici, dal momento che si tratta di sistemi di più lunga durata rispetto alle ‘tradizionali’ lampade e inoltre consentono di personalizzare gli ambienti. E’ bene precisare che il loro impatto ambientale è ridotto, visto che non c’è mercurio nei diodi luminosi.


Loading...