Coupon online: cosa sono, dove si trovano e come vengono utilizzati

708
CONDIVIDI

È ormai nostra abitudine, prima di effettuare un acquisto in un negozio o in uno store online, andare alla ricerca di coupon e codici sconto. Talvolta, queste stringhe particolari che vanno a comporre una fila di lettere e numeri permettono di risparmiare e sono diventati con il tempo uno degli strumenti promozionali in assoluto più utilizzati dai brand. I coupon, infatti, servono ad incentivare le vendite, oggi anche attraverso i profili social degli influencer o tramite la newsletter. Talvolta vengono utilizzati anche nei programmi fedeltà, sia per lo stesso motivo che con scopi diversi. Per fare un esempio concreto, i coupon e buoni sconto PAYBACK servono rispettivamente ad accelerare la raccolta punti dei consumatori e a permettere loro di fare acquisti risparmiando nei negozi fisici o digitali dei Partner PAYBACK. Ma quando si sono diffusi i coupon? Come sono fatti e dove si possono ottenere?

Coupon online e cartacei: dove nascono, in che modo ottenerli e come usarli

I coupon si sono diffusi negli Stati Uniti nei primi anni 2000, in piena linea con quelli che erano gli albori dell’e-commerce. Visti forse con un po’ di diffidenza agli inizi, questi hanno ottenuto un primo boom intorno al 2010, finendo oggi per essere alla base di numerose strategie di marketing. Si presentano sotto diverse forme: i più diffusi oggi sono i coupons online, ma esistono anche quelli cartacei, passando per numeri, parole o sigle che, se utilizzate, concedono particolari sconti sul prezzo di prodotti o servizi. Ad offrire i coupon sono gli stessi brand, nei negozi fisici come in quelli online, oppure questi sono concessi da altre aziende quando ci sono delle partnership (un po’ come succede nel programma fedeltà PAYBACK). Un consumatore ottiene un codice sconto, di solito, in seguito all’acquisto: l’obiettivo del brand, infatti, è quello di spingerlo a tornare a comprare. Altre volte i coupon vengono diffusi, come anticipato, tramite newsletter aziendali o dai negozi online. Altre volte ancora sono gli influencer, in accordo con i diversi marchi, a concederli in esclusiva ai propri follower. Veniamo all’utilizzo: se si ha un coupon online, questo in genere si potrà sfruttare una volta effettuata la registrazione al sito apposito. Se il codice sconto però è generato da un profilo social, basta incollare la stringa alfanumerica nella casella apposita prima di confermare l’acquisto sullo store. Quando invece il coupon è cartaceo, basta recarsi nel negozio e presentare il tagliando prima del pagamento: lo sconto viene applicato al momento.

I coupon online nei programmi fedeltà: che funzione hanno in PAYBACK

Come detto, i coupon vengono utilizzati anche nei loyalty program. Nel caso di PAYBACK però questi hanno una funzione particolare: fungono da acceleratori di punti. Per ottenere dei coupon online da utilizzare presso gli oltre 200 e più Partner dell’iniziativa i consumatori devono visitare la sezione coupon, sul sito o direttamente sull’App PAYBACK. Una volta Attivati, potranno procedere all’acquisto in negozio o online, ricordandosi di mostrare la carta fedeltà PAYBACK in cassa o di passare da sito o App PAYBACK in caso di acquisto presso i Partner Shop Online. In questo modo potranno aumentare il proprio saldo punti e trasformarli in premi del catalogo o buoni sconto. Gli interessati possono anche ricevere dei coupon personalizzati, in base alle proprie preferenze d’acquisto, lasciando il consenso alla profilazione nella propria area personale.