Camicie, intramontabili icone della moda

186
CONDIVIDI

Sono indumenti che non passano mai di moda, adatte soprattutto nel periodo estivo e primaverile ma, in alcuni casi, indossabili anche in inverno a patto di lavorare sul proprio look. Stiamo parlando delle camicie, capo di abbigliamento ormai indossato sia da uomini che da donne e che può donare un look elegante ma, allo stesso tempo, sportivo e casual. Oggi ne esistono innumerevoli varianti, ma sono tutte frutto della capacità di questo indumento di sapersi adattare ai cambiamenti della storia, della società e della moda.

Camicie: un po’ di storia

La camicia ha avuto una storia molto travagliata, che è passata attraverso varie fasi e varie destinazioni di utilizzo. È conosciuta sin da tempi antichissimi, quando gli abitanti dell’Impero Romano la usavano sotto la tunica, per avere un indumento fresco e leggero nel momento in cui questa veniva tolta. Nel corso dei secoli, indossare una camicia diventò simbolo prima di povertà e poi di ricchezza. Nel medioevo era considerato il capo di abbigliamento dei poveri, che si contrapponeva agli sfarzosi e complicati vestiti indossati dai nobili. Dopo divenne un simbolo della nobiltà e passò da un aspetto semplice a uno più sfarzoso, fatto di pizzi, merletti e polsini larghi.

Ancora oggi riconosciamo una camicia da donna o da uomo sulla base della sua abbottonatura e questo è un retaggio del passato. Negli ambienti regali, infatti, erano le damigelle a occuparsi di allacciare le camicie delle signore; per facilitare questa operazione i bottoni venivano cuciti sul cannoncino di sinistra, e le asole a destra. Per gli uomini, che si vestivano per conto loro, accadeva esattamente il contrario.

Le camicie oggi

Oggi a fare la fortuna delle camicie sono le stampe, i disegni e i ricami, elementi in grado di rendere questo indumento più o meno elegante e di conferirgli un aspetto unico che lo differenzia dagli altri modelli. Siamo ormai abituati ad associare una camicia bianca da uomo a un look raffinato, quasi da ufficio. Look che cambia connotati e diventa sportivo e casual quando la camicia cambia colore, quando si usano tinte più accese e motivi più fantasiosi ed elaborati. Lo stesso vale per i tessuti, che danno robustezza o semplicità a qualsiasi tipo di camicia.

Camicie e bluse

In particolare nel mondo femminile, la camicia può presentarsi in una delle sue varianti più utilizzate: la blusa. A differenza della camicia classica la blusa può sì conservare tessuti, colori e fantasie, ma non sono presenti i bottoni.

Una varietà praticamente infinita

Oggi si trovano camicie di tutti i tipi e che si adattano a ogni tipo di look. Il periodo estivo è senza dubbio quello in cui si usano maggiormente. Libere da giacche o altri indumenti che ne coprano colori e motivi, le camicie possono essere sfoggiate per metterne in risalto ogni aspetto. Colletto, maniche lunghe o corte, tessuto jeans o elegante e raffinata seta, ogni camicia è dotata di caratteristiche peculiari che la rendono unica. La versione più classica, però, resiste ancora e sembra non volersi arrendere allo scorrere del tempo.