4 acconciature da sogno realizzabili con la piastra

420

La fase più rigida della quarantena sembra terminata, anche se l’apertura dei parrucchieri non avverrà con tutta probabilità prima dell’1 giugno. Oltretutto non sarà facile prendere un appuntamento dato che, per rispettare le norme di sicurezza ed evitare il prolungarsi dell’emergenza sanitaria, potrà entrare un cliente alla volta. Perciò ancora per qualche tempo bisognerà farne a meno, occupandosi personalmente della cura dei propri capelli. Per molti è tempo di ritornare sul luogo di lavoro, per cui presentarsi al meglio dopo un periodo passato in casa, dove si ha avuto magari la tendenza a trascurarsi, risulta fondamentale. Munirsi di una piastra o una spazzola lisciante può semplificare il lavoro di messa in piega, consentendo di creare acconciature alla moda che non abbiano niente da invidiare rispetto a quelle realizzate da un esperto, dandoci l’autostima necessaria per affrontare un periodo pieno di incertezze.

Le acconciature migliori da realizzare con la piastra

Con la piastra per capelli è possibile realizzare lo styling che si vuole, ricordandosi che la protezione della chioma viene prima di tutto, utilizzando prodotti termoprotettori prima di passarla e un olio per capelli una volta terminata l’operazione di messa in piega, per ottenere l’effetto lucentezza. Oltre alla classica messa in piega liscia, è possibile creare altre tipologie di acconciature: noi ne abbiamo scelte quattro.
La prima è il frisé, tornato di grande tendenza: non è essenziale possedere un modello di piastra specifica per realizzarlo, basta applicare una spuma volumizzante sui capelli e comporre delle trecce, sulle quali va passata poi la piastra. Una volta raffreddate, andranno sciolte e si otterrà il risultato desiderato.
Per i boccoli, più semplici da produrre rispetto alle onde morbide di cui si parlerà tra poco, serve apporre un prodotto ravviva-ricci prima di procedere, per poi attorcigliare ogni singola ciocca attorno alla piastra, lasciando in posa ognuna per una decina di secondi. Prima che si raffreddino, è necessario bloccarli con delle forcine per scongiurare il rischio che si affloscino.
Se adoperata nei punti giusti, la piastra più conferire eleganza anche alle acconciature raccolte o semi-raccolte: basterà passarla sulle ciocche lasciate libere per ottenere un effetto impeccabile, oppure creare delle onde per rendere più glamour un hairstyle basic, incorniciando al meglio il volto.

L’ultimo styling trattato sono le onde mosse: l’effetto waves, con la chioma che fluttua morbidamente a ogni passo che si fa, si può compiere suddividendo per prima cosa le ciocche in sezioni di media grandezza. Per ognuna poi si procederà cominciando a ruotare la piastra in avanti fino alle punte, prestando attenzione a non sostare troppo nei vari punti. Ricordarsi di compiere quest’operazione senza partire dalla radice del capello, ma distanziandosi di qualche centimetro da essa, mantenendo la piastra in orizzontale. Una volta che le onde si saranno raffreddate, è importante definirle con le mani e applicare un prodotto fissante.

Un nuovo alleato: la spazzola lisciante

Un altro strumento per ottenere una messa in piega perfetta è la spazzola lisciante, la quale unisce la funzionalità della piastra (si raggiunge un effetto liscio naturale in modo semplice e rapido) all’azione modellante di una spazzola, permettendo di conferire alle ciocche la forma desiderata, creando acconciature sempre all’avanguardia. Rispetto alla piastra il suo calore è meno invasivo, ed è per questo che può essere utilizzata con maggiore frequenza. Il suo uso fa risparmiare anche tempo, perché non è necessario preparare precedentemente i capelli con la spazzola normale e il phon.  In commercio ce ne sono diversi modelli: da quelle alimentate a batteria (ideali per essere portate sempre con sé) a quelle che per funzionare devono essere attaccate ad una presa della corrente come il modello della linea GHD.

Molte hanno la temperatura regolabile, adattabile in base alla tipologia di capello: quelli ricci, rispetto a una chioma sottile, necessitano infatti di temperature più alte per poter raggiungere un liscio perfetto. Infine, su alcuni modelli è presente un tasto che rilascia gli ioni attivi, indispensabili per eliminare l’elettricità della capigliatura.

Piccoli accorgimenti per capelli sempre perfetti

Prima di utilizzare prodotti professionali per lo styling è fondamentale seguire alcuni accorgimenti che consentono di rafforzare la qualità dei capelli senza l’aiuto del parrucchiere, cominciando dal lavaggio. L’ideale sarebbe lavare i capelli ogni 2/3 giorni per evitare un eccesso di sebo nel cuoio capelluto, inoltre per l’acquisto dello shampoo bisogna considerare la tipologia del nostro capello ed evitare di applicarne una quantità eccessiva, ricordandosi di bagnare prima la chioma. Lo step successivo riguarda l’asciugatura: prima di procedere è necessario tamponare bene i capelli e utilizzare phon professionali, controllando che l’aria che fuoriesce non sia eccessivamente calda, facendo così apparire la capigliatura opaca.

Almeno una volta a settimana è importante trattare i capelli con creme e maschere, per rafforzarli e donargli lucentezza. La scelta per quanto riguarda questi prodotti deve essere fatta tenendo sempre in considerazione le esigenze delle singole chiome.