Quali sono le migliori piattaforme di recensioni online in Italia?

228

Quando bisogna scrivere una recensione spesso ci si rivolge principalmente al sito dove si è acquistato un determinato prodotto. È il caso di tutti i portali di e-commerce che permettono di ricevere prodotti fisici, come Amazon, eBay, ma anche la versione online dei grandi negozi di elettronica o abbigliamento. A volte, però, si desidera lasciare un commento sulla propria esperienza generale con un’azienda, oppure si sta commentando un servizio. Per questo motivo si può scegliere di rivolgersi ad una piattaforma di recensioni come RecensioneItalia.it.

Dalla vendita alla recensione: non tutto è integrato

Come già detto, non sempre lo stesso sito che vende un prodotto o un servizio contiene uno spazio per inserire la propria recensione. A volte, invece, le aziende decidono di rimandare proprio a dei siti esterni dedicati. Queste sono le piattaforme di recensioni online, dove ogni impresa può creare una propria pagina e ricevere i commenti e consigli dei clienti.

Se si è un’azienda che desidera inserire uno spazio per le recensioni all’interno del proprio sito, più risultare invece utile valutare quali siano le piattaforme dedicate a questo compito presenti in Italia.

Le multinazionali puntano sulle recensioni

Per capire l’importanza delle recensioni basta pensare che non sono in pochi ad inserirle all’interno della propria piattaforma. Le più grandi multinazionali del digitale, infatti, hanno deciso di integrare sistemi di comunicazione di esperienze da parte dei consumatori all’interno dei loro sistemi.

L’esempio più lampante è Google My Business, un servizio per promuovere la propria attività professionale attraverso una serie di sottostrutture proprietarie di Google come Google Maps e le pagine social di Google+ (che oggi non esiste più). Questo permette alle imprese di creare una propria pagina anagrafica in cui è incluso anche il luogo in cui si trovano, i contatti e il proprio sito ufficiale. C’è anche uno spazio proprio dedicato alle recensioni, all’interno del quale ogni cliente può dire cosa ne pensa di un dato luogo. Simile Yahoo! Local, che replica in modo abbastanza simile a Google lo stesso sistema. Le pagine Local si trovano prima dei risultati organici di ricerca e sotto gli annunci sponsorizzati.

Un sistema simile è quello di Facebook Places. Per ogni pagina dedicata ad un business – che sia online o locale non importa – è possibile trovare uno spazio recensioni con le valutazioni dei clienti e le eventuali risposte da parte dell’impresa. Questo crea un rapporto diretto tra azienda e consumatore, che alla propria richiesta e difficoltà riceve facilmente risposta in un luogo pubblico ed informale come un social network.

Le piattaforme di recensioni dedicate

Ma non solo integrazione all’interno del proprio sistema. Alcune aziende, infatti, hanno da subito deciso di operare nell’ambito delle recensioni, e fanno questo da diversi anni. Un esempio è TrustPilot, che si vanta di essere uno dei servizi di recensioni più puntigliosi in quanto richiede che le recensioni siano veritiere, mai offensive o pubblicitarie. Un processo simile avviene per un altro spazio dedicato alle recensioni, che però è decisamente più settoriale: TripAdvisor. Negli ultimi anni, infatti, il colosso delle recensioni sulle strutture del turismo ha effettuato una serie di variazioni nel proprio processo di accettazioni dei commenti che è più restrittivo rispetto ai tempi passati. Simile ancora è Foursquare, che come TripAdvisor permette di cercare le strutture attorno a sé e leggere le valutazioni dei clienti in merito.

Altri ambienti simili sono quelli creati da RecensioneItalia.it e ReviewsBird. Suddivise in sottocategorie, queste piattaforme permettono di lasciare le proprie valutazioni in merito a servizi e prodotti, oltre che di visualizzarle per meglio ponderare i propri acquisti. Forniscono inoltre degli spazi blog dedicati a consigli e chiarimenti in merito agli operatori dei vari settori integrati nei loro spazi.

Ulteriore esempio è Yelp!, la piattaforma più amata dagli americani per lo scambio d’opinioni sui prodotti e che oggi si è inserita anche nel panorama italiano. Contrariamente tutta italiana, invece, Pagine Gialle, nata come libro in cui trovare i numeri delle aziende ed oggi integrata anche con sistemi di valutazione delle pagine di business italiani.