Un’idea regalo originale e carica di significato: i bracciali Tamashii di Fabio Ferro

17
CONDIVIDI

Un prodotto di tendenza e un regalo apprezzatissimo per il grande significato che racchiude è il bracciale Tamashii. Si tratta di un bracciale usato dai monaci del Tibet come talismano al fine di aiutare la loro meditazione e lo svolgimento delle pratiche religiose. “Tamashii” nella loro lingua significa “gioiello dell’anima”. Il forte carattere simbolico  che assumono i gioielli per questa cultura millenaria viene tramandato oggi in questi piccoli preziosi carichi di significato.

Ogni bracciale, con caratteristiche proprie che poi vedremo, esprime attraverso una metafora gli ideali di fede e spiritualità interiore. I prodotti sono diversi e con significati specifici e per questo è possibile, pensando alla persona che riceverà il bracciale, trovare il dono giusto. Visto che è un regalo ben augurante, sarebbe bene che fosse di buona qualità così da essere indossato a lungo. Per avere qualità e convenienza è possibile comprare i bracciali Tamashii qui: www.fabioferro.eu.

Perché regalare a Natale un gioiello Tamashii?

In un presente in cui conta molto la materialità, donare un prodotto di questo tipo vuol dire forse cogliere il vero senso del Natale cercando di portare il dono su un piano emozionale e spirituale. Regalare un gioiello Tamashii, infatti, vuol dire augurare pace e amore sia verso se stessi che verso il mondo; vuol dire auspicare la protezione per l’anima di chi lo indosserà e sperare che la persona riesca a trovare il senso della vita.

Per i buddhisti le pietre preziose e i gioielli, come questi in questione, con la loro preziosità, raffinatezza e rarità rappresentano proprio metafore che rispecchiano gli ideali della fede. Oltre a questo forte significato, va detto che i bracciali Tamashii sono anche belli da indossare e di grande tendenza, quindi sono doni oggi molto apprezzati indipendentemente dall’età e dal sesso.

Tipologie di bracciali Tamashii

I bracciali si distinguono per le pietre con cui sono fatti. In Tibet ogni pietra ha un suo grande valore simbolico e per questo quando lo si sceglie bisognerebbe andare oltre al puro gusto estetico, ma piuttosto pensare alla persona che lo indosserà. I materiali e i colori dei bracciali sono diversi, vediamo solo qualche tipologia.

Le pietre gialle (la pirite) rappresentano il metallo dell’oro, simbolo del sole, della luce e della vita, ma anche l’orgoglio nei confronti della terra da cui si proviene. Il nero rappresenta la violenza e l’odio, ma nel bracciale Tamashii l’onice nero li trasforma invece nell’opposto, cioè nel coraggio e nell’autostima.

Le pietre azzurre che tendono al verde, in turchese, stanno a rappresentare l’esoterismo buddista, cioè l’ascensione, la purezza, la calma. L’ametista viola è per eccellenza la pietra dell’umiltà, della crescita interiore e del cambiamento. L’agata verde rappresenta la natura e le piante e simboleggia l’equilibrio e l’armonia con il mondo. La pietra naturale in bianco invece, come si può immaginare, rappresenta la meditazione, la purezza, il riposo e la saggezza. L’agata muschiata, cioè nei colori del fuoco, simboleggia la ricchezza, il potere, la determinazione, l’ambizione, la competitività.

Accanto alle pietre, ogni bracciale presenta anche un elemento di legno, che simboleggia una zucca piena di semi a rappresentazione della continuità della vita e della felicità.

Loading...