Skin care routine: quali sono gli errori più frequenti

48
CONDIVIDI

Quali sono gli errori più comuni in fatto di skin care routine? Molte donne si pongono questa domanda, poiché, nonostante l’utilizzo di prodotti di elevata qualità, la pelle non sembra riportare alcun tipo di miglioramento. Sicuramente è bene ricordare che ci vuole un po’ di tempo affinché i prodotti per la cura della cute facciano effetto. Si va, di solito, da pochi giorni a diversi mesi. Tuttavia vi sono alcuni segnali che fanno capire che qualcosa non sta andando come dovrebbe. Scopriamo quali sono.

Brufoli ed inestetismi vari

Quando si passa ad una nuova routine di bellezza è normale veder spuntare qualche bruffoletto qua e là. Tuttavia quando si assiste a dei veri e propri sfoghi vuol dire che qualcosa non sta andando per il verso giusto. Di solito ci vogliono dalle due alle tre settimane perché la pelle si adatti ad un nuovo trattamento. Se durante e dopo questo lasso di tempo la cute non migliora è meglio scegliere altri prodotti. Segnali negativi sono rappresentati anche da piccoli rigonfiamenti rossi o bianchi, poiché possono indicare che si sta utilizzando un preparato eccessivamente ricco di oli minerali.

Pelle super grassa o super secca

Ѐ bene allarmarsi anche nel caso in cui la pelle diventi improvvisamente molto grassa. Ciò può voler dire che è troppo esfoliata o eccessivamente disidrata. Non va bene nemmeno se la cute appare troppo secca e caratterizzata da desquamazioni e screpolature. Sicuramente in questo caso significa che si stanno utilizzando prodotti troppo aggressivi.

Strana pigmentazione e senso di bruciore

Da non sottovalutare è anche quando la pelle assume improvvisamente un colorito irregolare, specialmente in corrispondenza delle guance. Infatti vuol dire che si sta reagendo male ad alcuni ingredienti che servono per illuminare la pelle. In questo caso è bene dire addio ai prodotti che contengono idrochinone e arbutina. Altro punto importante da considerare è il bruciore. Infatti non si tratta di un buon segnale e non vuol dire che il preparato sta agendo correttamente, al contrario c’è qualcosa che non va.

Pelle ipersensibile al sole

Prima di esporsi ai raggi solari è bene tenere a mente che i prodotti per l’acne e che le sostanze esfolianti a base di AHA, retinolo e perossido di benzoile possono rivelarsi dannose per la cute. Di fatto la rendono più sensibile. Nel caso in cui non sia possibile farne a meno è bene propendere per applicazioni serali.

Quando è bene cambiare la skin care routine?

Come ricordato in precedenza, prima di avere la certezza che una skin care routine non sia effettivamente efficace potrebbe volerci molto tempo. Tuttavia  se trascorrono diversi mesi e nulla cambia a livello di cute è bene farsene una ragione: bisogna scegliere prodotti diversi.  Tuttavia è bene ricordare che gli antirughe ed i prodotti per le macchie tendono a richiedere diverso tempo, mentre quelli previsti per l’acne e per garantire una buona idratazione dovrebbero agire in poche settimane, se non in pochi giorni. Dunque è bene portare pazienza, ma non troppa.

Potrebbe interessarti anche:
Punti neri naso: come si formano e come eliminarli

Loading...