I benefici del CBD: scopriamoli assieme

207

Il CBD garantisce una serie di benefici all’organismo. Il cannabidiolo o CDB è un rimedio che si usa nella medicina alternativa da migliaia di anni ed è uno degli oltre 100 cannabinoidi che si trovano nella pianta di canapa. Fa tante proprietà curative e comporta una serie di effetti benefici per il benessere psicofisico delle persone. Sempre più spesso si vendono dei semi autofiorenti veloci di questo prodotto affinché tutti possano utilizzarne per i suoi principi positivi. Scopriamo insieme che cos’è il CBD, quali sono i suoi benefici e perché può essere considerato un toccasana naturale per la salute.

Che cos’è il CBD

Come accennato il CBD è un cannabidiolo utilizzato per i suoi principi curativi. È un rimedio naturale che non è psicoattivo e non provoca assuefazione o dipendenza, a differenza del THC. Questo prodotto è in grado di garantire delle proprietà terapeutiche ben precise, di vario genere e offre tanti aspetti vantaggiosi per la salute delle persone. Può essere venduto in semi autofiorenti, a fioritura regolare o veloce, ma anche come olio o altri prodotti simili. Inoltre, ha un costo relativamente basso.

Le proprietà curative del CBD

Il CBD offre una serie di proprietà terapeutiche ed è perfetto per trattare diverse patologie senza effetti collaterali o controindicazioni. È molto efficace proprio come il THC, ma non crea dipendenza e assuefazione, né procura l’alterazione della percezione cosa che invece accade col THC. In sostanza, le proprietà terapeutiche del CBD sono:

  • antinfiammatorie: ovvero garantisce la riduzione di dolore e di gonfiore;
  • antidolorifiche: cioè cura il dolore anche cronico, sia in forma acuta che lieve;
  • anti convulzionanti: cioè calma le convulsioni e, ad esempio, l’epilessia;
  • analgesiche: cioè calma il dolore di vari tipi dalla nevralgia al mal di testa;
  • neuro protettive: ovvero, protegge i neuroni, aiuta a migliorare le funzionalità del cervello e quindi, previene le malattie neuro degenerative;
  • antiossidanti: ovvero previene lo stato ossidativo sia di cellule che di neuroni;
  • ansiolitiche: cioè calma disturbi come stress, ansia e depressione;
  • antiemetiche: ovvero diminuisce la sensazione di vomito o nausea ed è indicato nella chemioterapia;
  • immunomodulatorie: cioè rafforza il sistema immunitario;
  • anti psicotiche: ovvero, aiuta le persone che soffrono di patologie mentali quando si trovano in uno stato paranoide;
  • anti tumorali: cioè, rallenta la formazione di cellule tumorali.

Come sfruttare i benefici del CBD

I benefici del CBD si ottengono facilmente usando i semi o, in alternativa, vi è anche la possibilità di utilizzare, ad esempio, degli oli o dei prodotti di tipo alimentare. Una volta comprati questi prodotti potete subito iniziare a utilizzare questa sostanza come neuroprotettivo, come antinfiammatorio e antidolorifico oppure in qualunque altro modo. Ricordate, è assolutamente naturale. Inoltre, tra le proprietà benefiche del CBD vi è anche il fatto che è in grado di migliorare la sfera sessuale e aiuta a conciliare il sonno.

Quali sono gli effetti collaterali del CBD

Il CBD non ha delle grandi controindicazioni e non ha quasi nessun effetto collaterale. Infatti, durante le ricerche effettuate, in realtà, sono emersi solo rari casi di problemi di lieve entità, come alterazione dell’appetito, diarrea sonnolenza o secchezza delle fauci. In genere, gli effetti collaterali possono comparire quando il cannabidiolo entra in interazione con altri farmaci usati per curare alcune patologie in corso. Prima di utilizzare il CBD, comunque, è sempre opportuno chiedere il consiglio del medico. Ma di fatto, poiché si tratta di un prodotto naturale, non dovrebbe provocare alcun tipo di problematica.

Come usare il CBD

Come accennato è possibile usare il CBD sia sotto forma di semi, inalandolo oppure come olio. Tutto dipende dal tipo di utilizzo che intendete farne. In alternativa, potete utilizzare ad esempio l’olio del CBD prendendo alcune gocce sublinguali oppure potete consumarlo nelle bevande e nei cibi. In ogni caso a seconda della percentuale presente all’interno del prodotto che si sta utilizzando, avrete un’azione più o meno diretta del CBD sul vostro corpo.