Hair care, perché scegliere uno shampoo professionale

104
CONDIVIDI

Lavare i capelli con buona regolarità (ossia né troppo spesso né troppo di rado) è il presupposto di base per un hair care efficace, in grado di preservare il benessere del capello e non sciupare la chioma. Di conseguenza, utilizzare uno shampoo adeguato alle caratteristiche dei propri capelli è di fondamentale importanza  per ottenere un risultato soddisfacente e duraturo. La scelta del prodotto da usare va fatta tenendo conto di una serie di fattori, in particolare la composizione della chioma: in commercio si trovano formulazioni per capelli secchi, crespi, grassi, lisci, ricci e così via. Da ciò è facile intuire come esista praticamente uno shampoo per ogni capello e che più il prodotto è adatto al tipo di chioma, più il trattamento risulterà efficace (sortendo effetti benefici più significativi).

Scegliere uno shampoo professionale

Se c’è un aspetto sul quale è bene non lesinare mai, quando si tratta di prodotti per la cura dei capelli, è certamente la qualità. Uno shampoo scadente potrebbe danneggiare in maniera considerevole la struttura del capello; i prodotti economici o di qualità scadente contengono sostanze chimiche aggressive, che possono rovinare sia la chioma sia il cuoio capelluto, rendendo i capelli deboli e secchi e la pelle più sensibile o irritabile. Uno shampoo di scarsa qualità, infatti, può causare l’infiammazione del follicolo del capello e intaccare lo strato idrolipidico che ricopre il cuoio capelluto.

Basta questo per sottolineare quanto sia importante utilizzare sempre (o almeno ogni qual volta sia possibile) uno shampoo di qualità. In tal senso, è possibile optare anche per i prodotti professionali, ossia quelli normalmente impiegati dai parrucchieri nei propri saloni; inoltre, sono piuttosto semplici da reperire, non solo nei negozi di cosmesi ma anche online, grazie ad e-commerce specializzati come quello di Gaspa-Milano, il cui catalogo include anche gli shampoo professionali.

I benefici di un prodotto di qualità

Preferire una formulazione di qualità ad un prodotto generico o, peggio, scadente, comporta diversi benefici per la salute e il benessere dei capelli, da diversi punti di vista.

Anzitutto, si riducono notevolmente i rischi di irritazione cutanea o infiammazione del follicolo che, combinati con l’azione di altri agenti esterni, possono provocare danni piuttosto seri, soprattutto ai capelli più fragili. Al contempo, si ha la possibilità di effettuare il trattamento più adatto alla struttura ed alla tipologia di capello: nutriente per quelli secchi, rivitalizzante per quelli fragili che rischiano di spezzarsi o cadere.

Naturalmente, uno shampoo professionale – agendo con delicatezza sulla cute e il capello – è maggiormente indicato per trattamenti complessi come, ad esempio, acconciatura e messa in piega. I prodotti di alta qualità, infatti, non stressano i capelli durante la preparazione a procedure di styling più elaborate che richiedono l’impiego di apposite formulazioni. Lo stesso discorso vale anche per le chiome già sottoposte a messa in piega, tinta o colore (e altri trattamenti analoghi): uno shampoo professionale è la soluzione migliore per preservare il risultato più a lungo senza danneggiare la struttura del capello né sottoporlo a stress eccessivo. In altre parole, una formulazione adeguata consente di non rovinare o sciupare il colore, creando effetti poco gradevoli dal punto di vista estetico soprattutto durante il periodo estivo quando il caldo e la luce solare mettono a dura prova la tenuta di molti trattamenti.

Come scegliere lo shampoo giusto

Individuare lo shampoo più adatto alle proprie esigenze non è complicato, in quanto esistono prodotti di ogni genere con precise indicazioni circa le modalità d’uso. In linea di principio, è consigliabile prediligere le formulazioni a base di ingredienti naturali e sviluppate per il trattamento di una tipologia specifica di capello. Inoltre, è bene evitare prodotti che presentino quantità rilevanti di additivi, in particolare schiumogeni e parabeni.