French unghie: per una manicure che non passa mai di moda

151
CONDIVIDI

La french manicure ha avuto momenti di declino ed altri di forte scesa. Tuttavia, si tratta di un vero e proprio evergreen, ovvero di uno stile che piace sempre. Ma quanto è nata? A metà del secolo scorso e si è diffusa inizialmente tra le star di Hollywood. Nel tempo si è trasformata, ma è ancora molto attuale. Di fatto, più che una semplice manicure è una vera e propria arte, che ha saputo adattarsi nei decenni alle varie tendenze.

All’inizio prevedeva la sottolineatura della lunetta bianca dell’unghia, che doveva apparire ampia ed il più possibile definita. Nonostante non si conosca il nome dell’inventore, è certo che ha riscontrato un grande successo a partire dagli anni Settanta, quando è comparsa sulle passerelle delle sfilate parigine. Forse è proprio a questo che si deve il termine french.

Dopo un breve periodo di declino è tornata in auge negli anni 2000. E oggi? Di solito viene unita ad altri stili, in modo da creare rivisitazioni particolari e votate a creare giochi di colori ricercati ed estremamente raffinati. Nelle cerimonie, invece, vengono usate le french unghie corte, specialmente nei matrimoni. Di fatto, le spose scelgono questo tipo di manicure per la sua incredibile eleganza.

Come si realizza la french manicure?

Per ottenere risultati eccellenti è sempre meglio affidarsi ad un professionista. Tuttavia, è possibile realizzarla anche a casa, utilizzando uno dei tanti kit che si trovano in commercio. Non sai come fare? Basta cercare qualche tutorial online e seguire qualche semplice indicazione.

French manicure fatta dall’estetista

Se fatta da un’estetista, la french manicure può prevedere anche una microricostruzione dell’unghia, così da renderla resistente. Di fatto, le unghie vengono dapprima disinfettate e viene applicato un primer, in modo da sgrassarle e da sollevare le lamelle di cheratina. Una volta che le unghie appaiono bianche, viene stesa una base di gel, che viene fatto polimerizzare da una lampada UV. Successivamente, viene applicato uno strato di smalto, seguendo la forma delle unghie, che può essere squadrata o arrotondata.

French manicure fatta in casa

Chi punta al fai da te deve stendere in primis uno smalto trasparente, al fine di ristrutturare le unghie e di prepararle agli step successivi. Una volta terminata questa operazione è bene effettuare un’altra passata con uno smalto semitrasparente french, in modo da creare un effetto vedo non vedo. Effettuato anche questo passaggio, è necessario tracciare con un pennellino imbevuto di smalto la linea della lunetta. Per completare il tutto è necessario applicare uno smalto coat, che permette di rifinire al meglio le unghie.

Le tendenze french unghie del momento

Ma quali sono le tendenze del momento in fatto di french manicure? Sicuramente, il gel rosso scuro. Tuttavia, sono di moda anche i colori pastello, che sono da abbinare, però, alle unghie corte. Di fatto, è bene precisare che quando si tratta di french unghie è importante che non siano troppo lunghe, poiché si rischia di ottenere un effetto poco piacevole e disarmonico. Questa tecnica di nail art punta, invece, all’equilibrio.

Potrebbero interessarti anche:

Come creare splendide unghie a ballerina: tre metodi a confronto

Smalti semipermanenti: per una manicure a lunga durata

Loading...