Estrattore di succo o centrifuga: quale elettrodomestico scegliere e perché

486

Da alcuni anni fa, è aumentato il numero delle persone che, anziché comprare il succo di frutta già confezionato, preferisce acquistare un elettrodomestico in grado di consentirne la preparazione a partire dagli ingredienti che si preferiscono. Coloro che desiderano fare un simile acquisto possono scegliere tra due elettrodomestici: la centrifuga o l’estrattore di succo. Questi due elettrodomestici sono all’apparenza molto simili, ma nascondono alcune differenze. In questo articolo vedremo nel dettaglio come funzionano entrambi e quali sono le più importanti differenze tra i due elettrodomestici.
Se, invece, avete già deciso di acquistare un estrattore di succo, potete consultare la nostra guida su come scegliere un estrattore di succo.

Il funzionamento: estrattore di succo verso centrifuga

La prima, e probabilmente più importante, differenza tra l’estrattore di succo e la centrifuga è rappresentata dal funzionamento dei due elettrodomestici. Vediamo nel dettaglio come funzionano i due elettrodomestici.

  • L’estrattore di succo: il suo funzionamento prevede una spremitura degli alimenti che vi vengono introdotti. La spremitura avviene in modo piuttosto lento e avviene attraverso una vite chiamata coclea. Una nota importante da ricordare è che non è possibile regolarne la velocità, anche se il prodotto che spreme più lentamente è quello dal valore maggiore poiché conserva al meglio le proprietà degli alimenti; si può, invece, invertire il senso di rotazione della vite.
  • La centrifuga: all’interno della centrifuga sono contenute delle lame ancorate ad un setaccio. Le lame ruotano ad altissima velocità, questa velocità permette di generare una forza detta centrifuga che permette la separazione di succo e scarti. Al contrario di quanto avviene per l’estrattore di succo, nel caso della centrifuga è possibile regolare la velocità di rotazione delle lame.

Rumorosità e praticità degli elettrodomestici

Per quanto riguarda la rumorosità dei due elettrodomestici in questione, è noto a tutti che la centrifuga produca un rumore molto più alto dell’estrattore. Infatti, uno dei vantaggi della lentezza con cui funziona l’estrattore è l’emissione di poco rumore.
Date le differenti caratteristiche di estrattore e centrifuga non stupisce che abbiano un diverso grado di praticità, che vanno stabiliti a seconda delle esigenze di ognuno. Per esempio, per coloro che necessitano di prepararsi un succo molto velocemente, la velocità della centrifuga è molto più adatta. Tuttavia, se il bisogno è quello di preparare un succo al mattino presto, mentre altri dormono, la rumorosità della centrifuga, fa sì che le venga preferito l’estrattore di succo.

Il succo e i prezzi di centrifuga ed estrattore

Centrifuga ed estrattore producono due diversi tipi di succo. Il succo derivato dalla centrifuga è diviso in due parti: una più schiumosa, in superfice, e una più densa, sul fondo. L’estrattore, invece, produce un succo omogeneo e più denso.

Per quanto riguarda i prezzi, comunque, si possono trovare centrifughe ed estrattori con lo stesso prezzo. Tuttavia, di solito, il prezzo della centrifuga non supera mai i 250 euro, partendo dai 30, mentre quello dell’estrattore può toccare vette di 500, a partire da un minimo di 100.