Come scoprire una infedeltà coniugale

393

Infedeltà coniugale” è una definizione che si riferisce all’atto di violare la fedeltà o l’impegno coniugale in un matrimonio o in una relazione romantica.

Secondo una frase piuttosto cinica (ma non molto lontana dalla realtà) di Alessandro Morandotti,

 

“Fedeli sono coloro cui manca l’occasione di non esserlo.”

 

Ironia a parte, può veramente capitare a tutti quanti ed è quindi inutile fare moralismi o dare spazio a sensi di colpa e recriminazioni. I recenti casi di cronaca rosa che hanno per protagoniste le due show girl Ilari Blasi e Belen ci hanno dimostrato una cosa fondamentale: le persone tradite non si sentono più in colpa e non hanno più intenzione di star zitte. Insomma, parlarne è meglio perché permette di potersi tutelare e far valere i propri diritti.

L’infedeltà può manifestarsi in diverse forme, tra cui:

 

  • Adulterio fisico: Coinvolge atti sessuali con una persona diversa dal partner. Può includere relazioni extraconiugali, incontri occasionali o affari.

 

  • Infedeltà emotiva: Si verifica quando una persona sviluppa una connessione emotiva o intima con qualcuno al di fuori della relazione principale.

 

  • Infedeltà virtuale: In un mondo sempre più connesso digitalmente, l’infedeltà può iniziare virtualmente attraverso scambi di messaggi, chat o webcam per poi diventare una vera e propria relazione clandestina.

 

Indipendentemente dal tipo d’infedeltà, ciò che è certo è che può avere un impatto assolutamente devastante sulla relazione che si sta vivendo. Quando viene scoperta l’infedeltà spesso la relazione si deteriora al punto da arrivare ad una separazione o ad un divorzio.

Se si arriva ad un punto morto e si prospetta la separazione è molto utile rivolgersi ad un investigatore privato esperto per scoprire le prove di un tradimento perché questo richiede professionalità, conoscenza dell’argomento, sensibilità e profonda dimestichezza con le leggi italiane sull’infedeltà.

 

Infedeltà coniugale, cosa dice la legge italiana?

In Italia, l’infedeltà coniugale in sé non è considerata un reato penale ed il codice penale italiano non punisce l’adulterio o l’infedeltà coniugale come reato.

Tuttavia, l’infedeltà può avere implicazioni in ambito civile, specialmente in relazione ai procedimenti di divorzio.

Nel sistema legale italiano, il divorzio può essere richiesto per vari motivi e l’adulterio è proprio una delle cause citate che consente di richiedere il divorzio.

Avere le prove certe e valide di infedeltà è utile in caso di:

 

  • Richiesta di divorzio: L’infedeltà può essere citata come motivo per richiedere il divorzio;
  • Separazione dei beni e mantenimento dei figli: L’infedeltà potrebbe influenzare la decisione del tribunale riguardo a questioni finanziarie, come la divisione dei beni coniugali o il pagamento del mantenimento (assegno di divorzio).
  • Affidamento dei figli: L’infedeltà di per sé di solito non ha un impatto diretto sulla custodia dei figli. In Italia, le decisioni sulla custodia dei figli sono prese in base al loro interesse superiore.

 

Cosa fa un investigatore privato quando si sospetta un’infedeltà?

Gli investigatori privati, quando ricevono un incarico da parte di una persona tradita (o che sospetta di essere tradita), possono svolgere diverse attività legali finalizzate a raccogliere informazioni e prove. È infatti importante saper rispettare le leggi anche durante la fase di investigazione, se si vuole essere certi di avere materiale valido da poter presentare una volta ricorsi a vie legali.

Ma, nello specifico, cosa fa un investigatore privato?

  • Sorveglianza: L’attività principale di un investigatore privato in casi di infedeltà spesso coinvolge la sorveglianza discreta. Questo potrebbe includere la registrazione fotografica o video delle attività del soggetto oggetto dell’inchiesta.
  • Ricerca di informazioni: Gli investigatori possono condurre ricerche per raccogliere dettagli su incontri, relazioni passate o eventuali attività sospette. Possono esaminare registri pubblici, social media, e altre fonti di informazioni pubbliche.
  • Interviste per raccogliere informazioni: L’investigatore può intervistare persone chiave nelle vicinanze del soggetto, come amici, colleghi o vicini, al fine di ottenere informazioni rilevanti.
  • Controllo dei movimenti: L’investigatore può tenere traccia dei movimenti del soggetto, verificando ad esempio gli spostamenti attraverso l’analisi delle registrazioni di sicurezza, l’uso dei telefoni cellulari o altri mezzi.
  • Analisi dei documenti: Se necessario, possono essere analizzati documenti rilevanti, come ad esempio ricevute, registri di carte di credito o altri elementi che possano fornire prove di attività sospette.

È importante sottolineare che gli investigatori privati devono agire nel rispetto delle leggi locali e la raccolta delle prove deve essere effettuata in modo tale da poter essere presentata legalmente in caso di necessità, ad esempio durante procedimenti di divorzio.

Ecco perché è importante rivolgersi ad un investigatore privato serio ed affidabile con una nomea di grande professionalità. Diffidate da chi vi promette mari e monti prima ancora di aver analizzato il vostro caso. Molti accettano qualunque incarico pur di poter guadagnare ma poi forniscono materiale scarso o del tutto inesistente. Un buon investigatore vi fornirà materiale fotografico o video registrato in diverse ore della giornata, sia a riprova del suo lavoro, sia a testimonianza dell’eventuale infedeltà.

Affidarti ad un investigatore privato è la cosa migliore che puoi fare per avere un aiuto professionale e qualificato.

E poi? A te non resta che fare ciò che suggerisce Pema Chodron, una celebre monaca buddista americana, ossia:

“Non perdere la fiducia in te stesso. Così non perderai la fiducia neanche negli altri.”