Calze contenitive e intimo termico: la moda salutare

206

Le calze elastiche a compressione graduata e l’intimo contenitivo e termico sono indumenti che potremmo definire tecnici perché sono fabbricati con uno scopo ben preciso. Ad esempio, le calze elastiche a compressione graduata sono un ottimo rimedio per tutti quelli che soffrono di insufficienza venosa. L’intimo termico, invece, è utile per conservare calore, mentre quello contenitivo serve per rendere la pancia piatta, senza segni di arrotolamenti che s’intravedono sotto ai vestiti. Per questo, molti di questi sono seamless, ovvero senza cuciture.

Continua a leggere se vuoi saperne di più su questo tipo di indumenti.

Calze contenitive e intimo termico: perché comprarli?

L’intimo termico e le calze contenitive sono indumenti tecnici, considerati veri e propri dispositivi medici che portano sollievo al nostro corpo. Il primo aiuta a conservare calore, mentre le seconde aiutano il nostro corpo a far risalire il sangue venoso verso il cuore. Infatti, sono tante le donne che soffrono di questo problema che causa svariati disagi nella vita quotidiana. Fortunatamente, esistono rimedi che permettono di ridurre o neutralizzare quel senso di pesantezza alle gambe, rendendo più semplici i nostri impegni quotidiani. Questo tipo di calze, indicate soprattutto per chi soffre di varici, sono molto utili anche per prevenire la formazione di trombi nelle gambe. Le trombosi, infatti, possono presentarsi soprattutto in pazienti che rimangono a letto per molto tempo, in seguito a un’operazione chirurgica. È consigliabile indossare questo tipo di calze appena svegli prima di alzarsi dal letto, ovvero prima che le gambe inizino a gonfiarsi. Questo tipo di indumento agisce sulle caviglie con più intensità e l’azione si riduce man mano che si sale verso le ginocchia. Ci sono vari tipi di calze elastiche: ad esempio, ci sono quelle preventive, chiamate anche calze da riposo, che servono per tenere sotto controllo una determinata patologia e prevenire problemi più seri.

Sono indicate anche per tutte quelle persone che svolgono un lavoro per il quale devono restare tanto tempo in piedi (ad esempio, le infermiere o le hostess). Ne esistono di vari livelli di compressione: I°, II°, III° e IV° in base all’intensità di compressione che devono effettuare. Per questo, vanno utilizzate solo sotto prescrizione medica. Ci sono anche modelli di calze elastiche per lo sport, adatte al recupero muscolare, alcune delle quali avvolgono solo il polpaccio. Altri tipi di calze contenitive, invece, possono essere termoregolatrici, corte o lunghe. Nel caso servano per lo sport, possono essere fabbricate in tessuto traspirante e idrofobe.

Come vanno indossate le calze contenitive?

Le calze elastiche vanno rovesciate fino al punto del tallone e, a questo punto, va inserito il piede, vestendo, a mano a mano, tutta la gamba. È consigliabile indossarle con i guanti per evitare che si buchino o rovinino. Questo indumento contenitivo va indossato tutti i giorni, trattandosi di un vero e proprio “dispositivo medico”.

Se abbiamo necessità di acquistare calze contenitive a compressione graduata, è importante affidarsi a marchi che trattino solamente prodotti made in Italy e che siano efficaci, esteticamente belli e, soprattutto, comodi. Alcuni di questi sono anche seamless, ovvero senza cuciture: ciò significa che possiamo indossarli in tutta tranquillità senza la paura che si possano intravedere attraverso i vestiti. A questo proposito, sul sito Relaxsanshop potrai trovare tutto quello che riguarda calze contenitive, ma non solo: anche calze per diabetici, intimo senza cuciture e termico. L’intimo contenitivo aiuta ad avere una pancia piatta e modella i fianchi, sostenendo la schiena: le pancere contenitive in microfibra, ad esempio, sono anti arrotolamento e modellano il corpo in modo invisibile. Sono indumenti fabbricati con tessuti freschi e traspiranti per nulla fastidiosi o scomodi.

Conclusioni

È consigliabile avere un po’ di cure per assicurarci che le nostre calze elastiche ci durino nel tempo. Ad esempio, vanno lavate ad una temperatura massima di 30 gradi con detersivi neutri. Una volta lavate le calze non vanno strizzate perché le fibre si potrebbero danneggiare. Vanno asciugate in posizione orizzontale, quindi non vanno mai appese e non vanno messe in asciugatrice.