Calcolo fabbisogno calorico: per calibrare la dieta in modo scientifico

170
calcolo fabbisogno calorico

Vuoi sapere quanto consumi giornalmente, così da avere ben chiaro il tuo fabbisogno energetico quotidiano? Prima di tutto è necessario tenere conto di alcuni parametri di riferimento: peso, sesso, età, altezza ed attività fisica svolta. Di fatto, è possibile scegliere tra due metodi differenti: immediato ed accurato, così da calibrare la propria dieta in modo corretto e scientifico.

Avvalendosi di queste due soluzioni, specialmente della seconda, è possibile raggiungere gradualmente il proprio peso forma, nel caso in cui il peso attuale sia superiore (dieta dimagrante) o inferiore (dieta ingrassante) a quello ideale. Sottoporre il fisico a diete drastiche, infatti, è sbagliato e rischia di causare problemi, anche piuttosto gravi all’organismo.

Tuttavia, per rimanere in salute è fondamentale ricordare che, oltre alle calorie, è indispensabile praticare attività fisica, bere molta acqua e consumare gli alimenti giusti, in grado di nutrire il corpo in maniera corretta, apportando tutti i nutrienti necessari per il proprio benessere psicofisico. Andiamo, quindi, alla scoperta di questi due metodi per il calcolo del fabbisogno calorico. Scopri quello più adatto alle tue esigenze e rimettiti in forma.

Metodo immediato: semplice, ma impreciso

Questo metodo con sente il calcolo fabbisogno calorico giornaliero, in maniera pratica e rapida. Le persone sedentarie devono moltiplicare il proprio peso corporeo per 31, quelle un po’ più attive per 38, mentre gli individui dinamici ed energici devono considerare  il peso corporeo per il numero 44.

Ma che cosa si intende con persone un po’ più attive? Di fatto, sono quelle che svolgono attività aerobica almeno tre o quattro volte alla settimana. Quando, invece, si parla di persone energiche, invece, si intende coloro che praticano un ‘attività aerobica più costante: almeno 5 volte alla settimana.

É importante sottolineare che questo metodo, per quanto possa sembrare efficace, presenta diversi margini di errore e di imprecisioni. Per tale ragione, è importante tenere conto anche dell’altro sistema, che, di fatto, risulta essere più preciso ed in grado di garantire maggiori risultati.

Metodo accurato: articolato, ma efficace

Questo metodo è più attendibile rispetto a quello appena descritto, poiché con un calcolo matematico è possibile definire il proprio fabbisogno calorico giornaliero. Le donne di età compresa tra i 18 ed i 29 anni devono calcolare 14,7 per il peso corporeo, più 496. Per il medesimo intervallo di età, nel caso degli uomini i valori da considerare sono 15,3 per il peso corporeo, più 679.

Passando ad un livello superiore di età, compreso tra i 30 ed i 59 anni, i valori numerici da considerare cambiano. Le donne devono fare il seguente calcolo: 8,7 per il peso corporeo, più 829. Nel caso degli uomini, invece, è necessario moltiplicare 11,6 per il peso corporeo e sommare al numero ottenuto 879.

Tale sistema consente di stimolare il metabolismo basale. Tuttavia, per renderlo ancora più efficiente è fondamentale praticare attività fisica almeno 3-4 volte alla settimana. Non è necessario attuare sport estremi o troppo stressanti per l’organismo, ma è sufficiente camminare a passo sostenuto, possibilmente almeno 30 minuti al giorno.

Loading...